Umbria, Salvini beffardo: «Grazie kompagni». E Vauro s’infuria: «Grazie al c…»

martedì 29 ottobre 17:55 - di Ernesto Ciecaquaglia

Chi prende sempre in giro, non tollera di essere preso in giro. Uno di questi permalosi è sicuramente Vauro Senesi. In arte, semplicemente, Vauro. Guai a dissacrare il dissacratore per eccellenza. La matita più rossa d’Italia la prende decisamente male. Va anche aggiunto che da domenica scorsa, dopo le elezioni in Umbria , l’umore di Vauro e compagni sia assai tetro. E ne hanno ben donde, vista la sonora sconfitta subita alle elezioni regionali.

Basta quindi un beffardo post di Salvini sul dopo Umbria per mandare in bestia il povero Vauro. Così scrive infatti il leader della Lega sulla sua pagina Facebook. “Grazie a Vauro, Chef Rubio, Sansonetti, Saviano, Fazio e kompagni vari. Se non ci foste, bisognerebbe inventarvi”. Davvero perfido il Matteo conquistatore dell’Umbria. In un colpo solo, li ha impallinati tutti, i suoi nemici più feroci. Come a dire: più mi attaccate in modo scomposto, più mi rafforzo. E ha pure messo Vauro in cima alla lista dei “ringraziamenti”.

Per il feroce vignettista è davvero troppo. Così il Vauro furioso decide di rispondere.  E ripropone sulla sua pagina Fb il post dell’odiato Salvini con un commento che vorrebbe essere scanzonato, ma che non fa ridere nessuno:  “Ma figurati, grazie, graziella e grazie al… te!”.  La formula popolaresca, che si conclude con una “grazie al c…”, vorrebbe essere una parodia del “ringraziamento”.  Vauro pensa di rendere il “servizio” a Salvini. Ma la sua scomposta risposta denuncia solo la sua insofferenza e la sua rabbia. Il leader della Lega ha colpito un callo altamente dolorifico. Ma, se le cose stanno così, prevedamo allora che i prossimi mesi porteranno altri dolori ai kompagni nostrani. L’Umbria ha tutta l’aria di non essere che la prima di una lunga serie di sconfitte per la sinistra italiana.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Graziano 29 ottobre 2019

    Povero VAURO kompagno komunista che non vuole accettare le battute,ma ne fa ogni secondo sugli altri

  • In evidenza