Trieste, l’audio in cui viene annunciata la morte dei due agenti di polizia

venerdì 4 ottobre 19:06 - di Redazione
poliziotti

Trieste è in lutto e con la città giuliana tutta l’Italia è in angoscia per i due agenti morti. Sono stati colpiti nel corso del conflitto a fuoco davanti alla Questura alle 17 di oggi pomeriggio.

I due non superavano i 30 anni. Secondo quanto si è appreso, nella sparatoria risulta ferito almeno un altro poliziotto, ma in modo non grave.

Il Piccolo, il giornale di Trieste, scrive che “secondo una prima ricostruzione della vicenda, il presunto rapinatore sarebbe andato in Questura accompagnato dal fratello. Per ragioni non ancora individuate uno oppure entrambi, avrebbero sfilato la pistola a uno o due agenti, sparando e ferendo due poliziotti”.

Altri agenti presenti avrebbero risposto al fuoco e ferito il fratello, che sarebbe già stato portato in ospedale con una ambulanza.

Trieste, le prime reazioni politiche

Il presidente della Regione Massimiliano Fedriga si sta recando a Trieste: «Partirò immediatamente per Trieste dove questo pomeriggio è avvenuta una sparatoria, per incontrare il questore. E chiarire le dinamiche di questo evento drammatico. Sono vicino alle famiglie e alle forze dell’ordine, penso sia un fatto drammatico per tutta la comunità e per tutto il Paese».

“Un fatto drammatico e vergognoso quanto accaduto a Trieste – ha detto Fedriga – Non voglio aggiungere altro perché rischio di dire qualcosa fuori luogo. La rabbia è tanta. Sono morti due agenti che stavano semplicemente facendo il loro mestiere perché qualcuno ha deciso di sparare per uccidere”.

Anche il Capo della Polizia, Franco Gabrielli, appresa la notizia della sparatoria che ha causato la morte di due agenti, si sta recando a Trieste.

Tra le prime reazioni quella di Elisabetta Casellati, presidente del Senato: “Esprimo il mio più sentito cordoglio alla Polizia di Stato per i due agenti rimasti uccisi a Trieste e tutto il mio sdegno per quanto avvenuto. Ai familiari dei due ragazzi che hanno perso la vita, mentre con coraggio e abnegazione svolgevano il loro dovere di tutori della sicurezza e della legalità, giunga tutta la mia vicinanza”. E ha aggiunto: ”Chi colpisce un uomo delle Forze dell’ordine, colpisce lo Stato. Oggi l’Italia intera piange due dei suoi figli migliori”.

Di seguito il drammatico audio in cui viene annunciata la morte dei due agenti coinvolti nella sparatoria.

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • maurizio pinna 4 ottobre 2019

    Mi sono già espresso su casi simili:negli USA le pistole non si sfilerebbero perchè là le REGOLE D’INGAGGIO sono ADEGUATE, da noi gli anarco-buonisti insorgerebbero, comunque esiste una rosso mucchio selvaggio nostrano per cui gli altri sono pedine sacrificabili.

  • In evidenza