Sacerdote si scaglia contro la Lega durante la Messa: «Assassino chi sostiene Salvini»

lunedì 7 ottobre 9:40 - di Paolo Sturaro
sacerdote

Ancora un sacerdote contro Salvini. La denuncia arriva dal senatore della Lega Claudio Barbaro. Tutto è accaduto nella chiesetta di Montevergine a Caserta. Protagonista padre Michele Santoro, del convento francescano di Marcianise. Secondo il capogruppo di Commissione Cultura, il prete avrebbe trasformato l’omelia in una forte polemica contro la Lega. E avrebbe anche apostrofato i suoi sostenitori come «assassini».

«Un fatto che mi rammarica», afferma Barbaro. «Al di là della libera opinione del frate». Infatti, l’altare viene usato «come tribuna politica senza possibilità di dibattito». E questo «è da ascrivere non solo a un improprio uso della celebrazione religiosa ma anche a un modo di operare ben poco democratico». Non a caso, il prete ha «di accettare il confronto con quanti, alla fine della Messa, avevano cercato il dialogo».

Dal sacerdote comportamento inaccettabile

«Non può che dispiacere questo comportamento. Soprattutto davanti a quei fedeli che, nella domenica della Supplica alla Madonna di Pompei, per questi motivi, non hanno potuto godere con serenità del momento di fede».

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

 

In evidenza