Rissa tra Vauro e Morelli a “L’Aria che tira”: «Sei da terza elementare» (video)

giovedì 31 ottobre 16:13 - di Alberto Consoli
Vauro

Si accende lo scontro in studio da Myrta Merlino a L’aria che tira, su La7:  tra il leghista Alessandro Morelli e Vauro si scatena la rissa dopo le parole di Massimo Giletti sul caso della senatrice Segre. Il conduttore di Non è l’arena aveva fatto un discorso equilibrato, parlando  di “strumentalizzazione alla Vauro” delle commissioni. Ma il vignettista non segue il filo del discorso, si inalbera e la butta in rissa alla sua maniera. Ossia offendendo.

“Ma quale strumentalizzazione, io ho sentito il dovere di alzarmi nell’anima”, esclama il vignettista contro Giletti. A quel punto il dibattito si infiamma e il leghista Morelli risponde: “Si è autodefinito demagogo, quindi… più strumentalizzazione di così”. Vauro non ci sta. Per un volta tanto è circondato. Allora parte l’invettiva, non sapendo rispondere nel merito della questione. “Siamo alla terza elementare. Questo signore (dice rivolto a Morelli, ndr) che dovrebbe anche rappresentarci in Parlamento fa giochini di parole da terza elementare. Io non mi sento rappresentato da gente come voi”. Ma i toni si alzano troppo e la Merlino è costretta a intervenire.

“Le commissioni nel nostro Paese producono poco o niente, sono oggetto di strumentalizzazione“, aveva ribadito  il conduttore di Non è L’arena.“Abbiamo visto adesso la posizione forte e molto teatrale di Vauro, io vorrei andare oltre”, auspica Giletti. Ma con Vauro Sanesi andare oltre non è possibile. Si può solo trascendere. Il disegnatore ha chiesto ad Alessandro Morelli  di alzarsi in onore della Segre.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza