Ris al lavoro sullo zaino rubato: è la chiave del delitto Cerciello?

giovedì 3 ottobre 13:18 - di Redazione

Sono iniziate questa mattina a Roma le analisi dei carabinieri del Ris sullo zaino di Sergio Brugiatelli, rubato dai due giovani americani, Finnegan Lee ElderChristian Gabriel Natale Hjorth, in carcere per l’omicidio del vicebrigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega ucciso con 11 coltellate nella notte del 26 luglio. Elder e Hjorth, dopo il furto dello zaino organizzarono un “cavallo di ritorno”. Dissero a Brugiatelli di riportare soldi e droga. All’appuntamento, però, si presentarono i carabinieri Andrea VarrialeCerciello Rega. Quest’ultimo morì sotto le coltellate inferte da Elder.

L’esame del Ris eseguito stamattina

L’esame di questa mattina ha riguardato il contenuto dello zaino e dei manici della borsa. L’analisi è stata eseguita alla presenza del difensore della vedova di Cerciello Rega, l’avvocato Massimo Ferrandino, e del medico legale nominato come consulente dalla famiglia del vicebrigadiere, Gianni Pittella. «La conclusione di tutti gli esami relativi al caso si avranno entro fine mese – dice Pittella – Farò il massimo perché venga accertata la verità su un delitto così efferato che ha strappato alla vita un giovane valoroso carabiniere».

Che cosa c’era nello zaino di Brugiatelli?

Uno dei punti da chiarire verte proprio sul ruolo di Brugiatelli. Stando alle informazioni ufficiali non si tratta di un pusher, ma comunque di una persona che conosce quel mondo. I due giovani californiani, in cerca di droga a Trastevere, hanno contattato Brugiatelli. L’uomo ha indicato il pusher o comunque il luogo dove poterla acquistare. A questo punto, i due americani hanno scoperto di essere stati ingannati. Infatti, al posto della droga hanno ricevuto aspirina. Non trovando il truffatore, se la sarebbero presa con lui rubandogli il borsello con dentro il cellulare. Dalle immagini di alcune telecamere di videosorveglianza della zona l’uomo compare in alcuni frame: è in bici e ha uno zaino nero sulle spalle quando due ragazzi lo avvicinano. Poi, in altri, si vedono due uomini fuggire a piedi con una borsa nera in mano.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza