Rampelli a Fioramonti: «Le scuole cadono a pezzi, lasci stare gli asini che volano»

martedì 1 ottobre 18:21 - di Antonella Ambrosioni

Una foto più eloquente di tante parole è stata postata dal vicepresidente della Camera, Fabio Rampelli. Mostra la finestra di un’aula scolastica che si chiude tenendola con una cordicella. Una scuola avveniristica… si tratta della scuola elementare Amerigo Vespucci di Vibo Marina. La scuola ha bisogno dell’Abc, ha bisogno di tutto. Tranne che del ministro Fioramonti. Rampelli al vetriolo: «Sfugge la ragione per la quale un Ministro della Pubblica istruzione si preoccupi di bandire il crocifisso nelle aule, di giustificare le assenze degli studenti che partecipano alle manifestazioni a lui gradite mentre l’edilizia scolastica cade a pezzi. Si chiudono le scuole per fare derattizzazioni che potevano essere programmate in estate;  il flagello delle cattedre scoperte si ripropone come ogni anno, la droga infesta la vita dei nostri ragazzi anche negli istituti scolastici, la capacità formativa del nostro sistema è deprimente nonostante l’impegno di tanti eroici insegnanti, le scuole paritarie vengono lasciate morire invece di concorrere autorevolmente a una rete sussidiaria, gli stipendi devoluti a chi ha in mano il futuro dei nostri figli sono ridicoli».

Rampelli: «Ministro, ma lasci perdere…»

Le parole a corredo dell’immagine parlabo chiaro: «Ministro Fioramonti, si occupi della scuola e lasci stare gli ‘asini che volano’. Sul profilo Fb di Rampelli è giunta una risposta da parte di un gentore della scuola in questione: “Vorrei fare un plauso a chi stamattina ha saputo è voluto segnalare questo problema. Vi prego di intervenire prima che accadono spiacevoli problemi ai nostri figli”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza