Putin attacca Greta: è gentile e sincera ma disinformata. E qualcuno la manovra

venerdì 4 ottobre 18:02 - di Redazione
Putin

Greta Thunberg è per il presidente russo Vladimir Putin “gentile e sincera, anche se poco informata” delle questioni globali. E l’attivista svedese che ha accusato i leader mondiali di aver rubato il futuro ai giovani, ha incorporato, per poche ore, la definizione nel suo profilo Twitter. Lo aveva già fatto con commenti ancora più denigratori di Donald Trump.

“E’ deplorevole che venga usata da alcuni gruppi che vogliono raggiungere i loro obiettivi attraverso l’agire di una sedicenne”, ha aggiunto Putin, nel suo intervento al Forum per l’energia di Mosca. Putin ha sposato la tesi complottistica secondo cui la giovane svedese, e i suoi coetanei che protestano in tutto il mondo, sono manovrati.

Tesi cavalcata in questi giorni dai media russi compatti (Sputnik, Rt, Rossikaya Gazeta e i canali tv) che arrivano a citare come da canovaccio perfino George Soros (Argumenty i Fakty).

Putin: non condivido l’entusiasmo per Greta

“Non condiviso l’entusiasmo su di lei”, ha aggiunto il presidente della Russia. La Russia è il quarto paese al mondo per emissioni. E si trova nel gruppo dei peggiori della lista dei firmatari degli Accordi di Parigi. Accordi che riguardano le misure adottate per stabilizzare l’aumento delle temperature (secondo i dati raccolti dall’organizzazione non governativa Climate Action Tracker).

Pitin ha spiegato perché a suo avviso Greta è disinformata. “Nessuno ha spiegato a Greta che il mondo contemporaneo è complesso e diversificato, che la gente in Africa o in molti altri paesi asiatici vuole avere la stessa ricchezza della Svezia. Vai a spiegare loro che in realtà non possono viverci. Vai a spiegare che dovrebbero continuare a vivere in povertà e non come in Svezia”.

Anche il presidente francese, Emmanuel Macron ha criticato Greta. Macron aveva detto che occorreva battersi contro i paesi che bloccano le azioni sul clima e non chiamare in causa la Francia. 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza