Russia, la svolta verde di Putin. La Duma invita Greta a parlare di clima

martedì 1 ottobre 15:35 - di Redazione

Anche la Russia s’inchina a Greta Thunberg. Su iniziativa del 24enne deputato liberal-democratico Vasily Vlasov, la Duma ha infatti invitato l’attivista svedese simbolo dell’ambientalismo a pronunciare un discorso ai giovani russi nella Camera bassa. Sarà la stessa Greta, che in questi giorni sta viaggiando in direzione di Santiago del Cile, a scegliere la data del suo intervento. «Sono al corrente – si legge nell’invito di Vlasov – delle preoccupazioni dei giovani russi per i cambiamenti climatici e di come possa essere difficile, per politici adulti, arrivare a compromessi anche su questioni tanto importanti. Noi giovani non dobbiamo rimanere in silenzio quando si tratta del nostro futuro e non autorizzeremo la nostra estinzione».

Su iniziativa del 24enne deputato Vlasov

La Russia è uno dei 165 Stati ad aver firmato gli Accordi di Parigi.  Ed è il quarto paese al mondo per quantità di emissioni. Insieme a Stati Uniti, Ucraina, Turchia, e Arabia Saudita è nel gruppo dei Paesi che hanno adottato azioni «insufficienti in modo critico» per fare fronte agli impegni presi a Parigi. La scorsa settimana, il governo ha approvato una risoluzione per l’attuazione degli Accordi. Che tuttavia il Parlamento non ratificherà per evitare i distinguo dei rappresentanti politici con interessi in regioni produttrici di idrocarburi.

Russia finora cauta sulla protesta dell’attivista svedese

Nel frattempo, si attende di conoscere il punto di vista di Vladimir Putin. Finora il capo del Cremlino si è mostrato scettico sulla straordinarietà dei cambiamenti climatici. Ma le esigenze imposte dalla realpolitik –  sulla Russia gravano ancora le sanzioni di Usa e Ue – potrebbero indurlo a rivedere la sua posizione. In tal senso, gli incendi in Siberia della scorsa estate e lo scioglimento del permafrost che copre oltre i due terzi del territorio del Paese e che diminuirà del 25 per cento entro il 2080, gli daranno senz’altro una mano.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza