Nuovi guai per i genitori di Renzi: ora rischiano il processo per bancarotta fraudolenta e fatture false

martedì 22 ottobre 16:08 - di Redazione
renzi

Ci sono anche Tiziano Renzi e Laura Bovoli, genitori di Matteo Renzi, tra i 19 indagati ai quali la procura di Firenze ha notificato l’avviso di chiusura indagini per bancarotta fraudolenta ed emissione di fatture false. Il provvedimento fa riferimento all’inchiesta sui fallimenti delle cooperative Delivery Service Italia, Europe Service e Marmodiv. Per questa inchiesta Tiziano Renzi e Laura Bovoli nel febbraio scorso vennero ristretti ai domiciliari, poi revocati dal tribunale del riesame.

Il caso che costò i domiciliari ai genitori di Renzi

Lo scorso marzo il tribunale di Firenze ha dichiarato il fallimento della societa cooperativa Marmodiv. Secondo la procura di Firenze, Tiziano Renzi e Laura Bovoli sarebbero stati gli amministratori “di fatto” della coop. Il tribunale ha sottolineato la «non completa attendibilità dei bilanci depositati dalla Marmodiv». Inoltre, ha dichiarato che il suo stato di insolvenza emerge «dalla consistente esposizione di debitoria». L’entità dei debiti della Marmodiv, stabilita dal consulente tecnico d’ufficio con perizia depositata lo scorso 15 marzo, ammonta a 493.377,54 euro, di cui 484.549,87 già scaduti.

Per la Marmodiv una «consistente esposizione debitoria»

La procura di Firenze aveva inoltrato l’istanza di fallimento il 4 settembre 2018. Il tribunale fallimentare spiega nelle sue motivazioni che il pm a sostegno della sua richiesta «aveva esposto che nell’ambito di un procedimento penale in fase di indagini» era emersa «la sussistenza dello stato di insolvenza» della Marmodiv, dopo aver appreso di «una consistente esposizione debitoria», segnalata dall’Agenzia delle Entrate.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Gian Carlo Lorenzi 23 ottobre 2019

    Che sia la volta buona che i potenti , padri , madri di polittici vengono processati?Mah…… speriamo bene.

  • il tuono 23 ottobre 2019

    SI ACCORGE ADESSO LA MAGISTRATURA . SONO ANNI CHE I MASSONI RENZI E FAMILY FANNO QUESTI LAVORI

  • Amerigo 23 ottobre 2019

    E come disse Tiziano Renzi dopo la prima assoluzione:” ed ora al lavoro!” Ma di quale lavoro sta parlando il vecchietto mefistofelico? Ha galleggiato per anni sopra un mare di debiti e documentazioni false, ha avuto finanziamenti di cui non ha rimborsato un centesimo grazie all’influenza del figlio che ha distribuito posti pubblici agli amici ed agli amici degli amici, in cambio di mutui di centinaia di migliaia di euro, erogati alla leggera, senza garanzie ed in tempi record (si parla di 36/48 ore dalla richiesta). La magistratura, pronta ad ingabbiare per molto meno, in questo caso dorme?

  • In evidenza