Meloni: Salvini ora è leader del centrodestra? Sì, se prende più voti

domenica 20 ottobre 16:32 - di Redazione
Meloni

A piazza San Giovanni Giorgia Meloni è stata protagonista. Lo hanno riconosciuto i media, e anche la folla che le ha tributato più di un applauso entusiasta. Un exploit riconosciuto alla leader di FdI anche da Lucia Annunziata che l’ha ospitata nel programma “Mezzora in più”.

Giorgia Meloni è stata dal canto suo molto attenta a non prestarsi al gioco divisivo di dare consigli agli altri leader del centrodestra, limitandosi a dire che Matteo Salvini è oggi il leader che prende più voti e sarà il leader del centrodestra se avrà consenso popolare più degli altri. Quanto a Berlusconi “anche io – ha detto – sono stata la leader del terzo partito del centrodestra e non me ne sono lamentata”.

Meloni e la piazza del 19 ottobre

La piazza di sabato 19 ottobre è comunque un segno: chi riempie quella piazza è vincente. Partendo da questo assunto Meloni ha ribadito che l’avversario è il governo Pd-M5S, due facce della sinistra con cui ogni alleanza va esclusa. “Per questo noi insistiamo con il patto anti-inciucio”, ha chiarito.

La coerenza del nuovo centrodestra si dimostra così. Quello è l’obiettivo. “A me non interessa – ha chiarito – prendere un voto in più di Forza Italia o della Lega”.

Sul fenomeno Renzi ha detto che presto si sgonfierà: “Renzi ha fatto molti favori a tanti, e quindi ora i media maistream lo dipingono come uno che comanda tutto in Italia ma quando arriverà il vero potere, cioè il voto popolare, il fenomeno è destinato a non durare”.

Lucia Annunziata ha insistito sul ruolo di leader donna assunto da Giorgia Meloni che ha sottolineato di non sentirsi una cheerleader nella coalizione e di non avere complessi . “però ho imparato – ha aggiunto – che se sei donna devi dimostrare tre volte di più per magari poi ottenere la metà di quello che ti meriti”.

Le è stato chiesto se fosse vero che Salvini intende vestire i panni del moderato: “La moderazione in politica – ha risposto – è un concetto che cambia, a me sembrava più moderato quando votava il reddito di cittadinanza pur non essendone convinto”.

L’ultima domanda ha riguardato l’audizione di Giuseppe Conte al Copasir sulla visita del ministro della Giustizia Usa in Italia ad agosto. “Chiedo a Conte la verità – ha detto Meloni – perché non mi piace l’idea di un’Italia colonia piegata agli interessi di una nazione straniera. Soprattutto se quel colloquio con i nostri servizi è servito poi per ottenere l’endorsement di Trump al Conte bis”.

 

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Valeria Boschieri 21 ottobre 2019

    Il leader del centro destra è Salvini. E’ il più votato e quindi spetta a lui.
    Senza nulla togliere a Giorgia che è un gigante della dialettica, si riconosce la sua scuola politica…. Trattandosi di un centro destra, cerchiamo di unirlo più che mai ora, chiamato a dimostrarsi più capace e risolutivo di quelli che sono al governo. Ognuno dei tre, incluso Berlusconi, ha il suo vissuto che, se condiviso e pattuito con gli altri due, non lascerà scampo ai sinistri. La visione comune è tassativa, fare il patto che chiede Giorgia e poi procedere compatti. Nessuno deve più parlare solo per se, ma una voce unica incontrastabile e incorruttibile. Forza tutti, siete grandi

  • giancarlo boggio 20 ottobre 2019

    Salvini ora è leader del centrodestra? Sì, se prende più voti….francamente mi sembra un’ovvietà..anche perchè dai rumor FI finirà per perdere brandelli umani in rotta verso Renzi..Garfagna..Brunetta…

  • In evidenza