“Mattino Cinque”, Salvini: «Voglio guidare la coalizione di centrodestra alle elezioni»

giovedì 10 ottobre 11:32 - di Fabio Marinangeli
Mattino Cinque

«Prima o poi gli italiani torneranno a votare. E ci sarà una coalizione di centrodestra guidata dalla Lega».  Matteo Salvini lo ha annunciato a Mattino Cinque. Una coalizione, ha specificato, «che è molto più coerente rispetto al governo di sinistra».

L’intervista a Mattino Cinque

Dalla manovra «è sparito il bonus figli. Gli asili gratis non ci sono più. Torna l’ipotesi di tassare la benzina per i camionisti, gli agricoltori e i pescatori. Ogni quarto d’ora cambiano idea». Matteo Salvini va all’attacco. «Penalizzare chi paga in contanti è sbagliato culturalmente e moralmente, è un furto legalizzato».

«Il governo precedente ha speso di meno rispetto a quanto pensano di spendere questi geni della lampada. Noi abbiamo messo meno tasse. Adesso sento qualcuno che parlare di bloccare quota 100 e tornare alla Fornero. Non lo permetteremo mai».

Salvini ha sottolineato a Mattino Cinque: «Non ho capito quali italiani avranno vantaggio da questa manovra economica. Sento parlare solo di tasse sulle merendine, sulle bibite gassate, sul diesel, sono curioso».

L’autore dell’attentato a Halle, in Germania?  «Speriamo passi il resto della sua misera vita in galera. Per mafiosi e assassini la galera a vita, magari con lavoro obbligatorio, è l’unica risposta che un Paese civile può dare in Germania o Italia».

L’attacco militare in Turchia

«Mi spaventa il silenzio di questo governo sull’attacco militare della Turchia», ha poi detto Salvini a Tgcom24. «Un attacco contro la Siria, ordinato via tweet da Erdogan, che può trasformarsi in un crimine. Da una guerra locale a una guerra planetaria il passo è breve».

«Che dice il presidente Conte? Che dice il ministro degli Esteri Di Maio? Stiamo sostenendo questo atto di guerra? Io no».

L’affondo su Virginia Raggi

«Virginia fatti da parte. Roma e i romani meritano di meglio, non la calamità naturale che, politicamente, ti sei dimostrata. Fatti da parte», ha aggiunto. «Roma ha il record per pedoni uccisi. Segnali sbiaditi. Sabato 19 ottobre, alle 15, mettiamo a disposizione piazza San Giovanni per dimostrare non solo che Conte e Renzi non rappresentano gli italiani, ma anche che i romani non ne possono più di un’amministrazione del genere».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza