Lecco, riconosce e fa arrestare l’uomo che cercò di violentarla un mese prima. È un egiziano irregolare

venerdì 25 ottobre 16:51 - di Redazione
poliziotti

Cercò di violentarla sul treno un mese prima. Lei lo incontra di nuovo, sullo stesso convoglio, lo riconosce e lo fa arrestare. Protagonista una donna di Lecce, 49 anni, che lo scorso settembre era stata aggredita da un uomo sul treno della tratta Lecco Milano che la vittima prendeva abitualmente. L’arresto è avvenuto nella tarda serata di mercoledì dopo che la donna, ripetutamente minacciata, è riuscita ad allertare i poliziotti del commissariato di Sesto San Giovanni, come riporta Milano Today.

Fa arrestare l’uomo che cercò di violentarla

L’uomo finito che cercò di violentarla è un egiziano  di 33 anni, irregolare nel nostro Paese. La vittima della prima aggressione ha riconosciuto sullo stesso treno l’uomo che aveva tentato di abusare di lei un mese prima. Secondo il racconto della donna,  l’uomo cercò di violentarla. Le aveva messo le mani addosso, l’aveva immobilizzata, mettendole una mano sulla bocca per non farla urlare. La donna era comunque riuscita a divincolarsi e a scappare.

Le ripetute minacce sul treno

Nei giorni successivi, la vittima aveva nuovamente visto l’uomo sul treno ed era fuggita. Da quel momento non aveva viaggiato più sola.  Poi nella tarda serata di mercoledì l’ennesimo incontro sul treno con l’egiziano: ma questa volta la donna è riuscita a prendere il telefono e a chiamare le forze dell’ordine che hanno arrestato il 33enne. Così è finito l’incubo della donna di Lecce che da quel giorno di settembre era terrorizzata nel prendere il treno nella tratta Lecco-Milano per la paura di incontrare nuovamente l’egiziano. Che in diverse occasioni l’aveva minacciata dicendole “Non finisce qui”. Per l’uomo sono scattate le manette e adesso dovrà rispondere del reato di violenza sessuale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza