La Meloni a Catania denuncia la truffa dell’aumento dell’Iva. «Osceno» (La diretta)

venerdì 18 ottobre 16:03 - di Lara Rastellino
Meloni

Giorgia Meloni salutata Spoleto, è a Catania. Al via oggi la seconda edizione degli “Stati Generali del Turismo”. L’iniziativa, organizzata da Fratelli d’Italia e ospitata a Palazzo Platamone, ha riunito sul palco i più autorevoli operatori ed esperti del settore. Tutti chiamati a un confronto sulla salvaguardia, rivalutazione e promozione turistica del territorio.

Giorgia Meloni a Catania per gli “Stati Generali del Turismo”

Fitto il carnet degli interventi che hanno visto alternarsi sul palco diversi esponenti dello stato maggiore di FdI: dai vicepresidenti della Camera e del Senato Fabio Rampelli e Ignazio La Russa, ai capigruppo dei deputati Francesco Lollobrigida e dei senatori Luca Ciriani. Fino al capo delegazione a Bruxelles, Carlo Fidanza. Tra i primi esponenti di FdI a parlare sul palco Ignazio La Russa, che ha esordito parlando proprio delle lacune della manovra e sottolineando il vulnus della decrescita. Insomma, puntando l’indice contro un governo definito «incapace di avere una visione complessiva» e di dare prospettive al Paese. Settore turistico compreso. Poi, è stata la volta di esperti, tecnici e addetti ai lavori e rappresentanti delle principali associazioni di categoria. Introdotti dal sindaco di Catania Salvo Pogliese, si sono alternati sul palco, tra gli altri, il presidente dell’Enit Giorgio Palmucci. Il numero uno di Confturismo-Confcommercio, Luca Patanè. Il presidente di Confesercenti turismo, Vittorio Messina. Quindi è stata la volta del direttore generale di Federturismo- Confindustria Antonio Barreca e del vicepresidente di Federalberghi Giuseppe Roscioli.

A confronto associazioni di categoria e esponenti delle Istituzioni

La manifestazione si è articolata su quattro tavole rotonde in cui, come detto, si sono confrontate le principali associazioni di categoria e gli operatori del settore, i rappresentanti delle Istituzioni e gli esponenti di Fratelli d’Italia. I temi al centro del dibattito, come segnalato tra gli altri in queste ore dal Giornale di Sicilia che all’appuntamento di Catania ha dedicato un esaustivo servizio, hanno riguardato «il Brand Italia. Il turismo per un’Italia che cresce. Milano-Cortina e i grandi eventi come rilancio dell’economia nazionale. Il lavoro nel Turismo e le nuove professioni. Il Turismo, il Sud e le infrastrutture necessarie, dibattito moderato dall’assessore al Turismo, allo sport e allo spettacolo Regione Siciliana Manlio Messina». Infine, in chiusura dei lavori, è in programma che venga illustrata la proposta di legge di Fratelli d’Italia per il rilancio del Turismo nazionale.

Meloni al governo: «L’aumento dell’Iva al settore sarebbe osceno»

«Il governo Conte bis – ha sottolineato la presidente di FdI in un messaggio indirizzato alla manifestazione di Catania – che nasceva per impedire l’aumento dell’Iva, parla adesso di “rimodulazione”. Ovvero dell’aumento dell’Iva su alcuni beni e settori. Tra questi circola anche l’ipotesi dell’aumento dell’Iva sul settore della ricezione e dunque sul settore turistico. Dalla seconda edizione degli Stati generali del Turismo organizzata da Fratelli d’Italia, arriva al governo un messaggio chiaro: un simile provvedimento sarebbe scandaloso e osceno, per una Nazione che invece sul turismo, sulla sua bellezza, sul suo marchio può davvero costruire la sua ricchezza».

Nuovamente in diretta da Catania per gli "Stati Generali del Turismo". Seguiteci!

Pubblicato da Fratelli d'Italia su Venerdì 18 ottobre 2019

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza