Goulard, la candidata di Macron alla Ue, bocciata. La gioia di Marine Le Pen

giovedì 10 ottobre 16:17 - di Redazione

Goulard, candidata di Macron, non passa alla Ue. Il Parlamento europeo ha bocciato la candidata francese a commissario al Mercato interno ed all’Industria della difesa Sylvie Goulard. Le commissioni Industria e Mercato interno dell’Europarlamento hanno votato a scrutinio segreto contro la nomina della Goulard. Ex deputata europea con i liberali, ha pagato per le accuse di aver usato un assistente del Parlamento europeo in modo improprio. Inoltre collaboracome consulente a un think tank europeo.

Il contributo di Fratelli d’Italia alla bocciatura

‘Fratelli d’Italia e il gruppo Ecr hanno compattamente e convintamente votato contro la nomina di Sylvie Goulard a Commissario europeo. Il voto rappresenta un sonoro ceffone all’arroganza di Macron che ha preteso per la sua pupilla un portafoglio sterminato e ha provato a imporla nonostante enormi problemi di trasparenza”. Lo dichiarano in una nota il co-presidente del gruppo Ecr Raffaele Fitto e il capodelegazione di Fdi Carlo Fidanza. “Goulard, amica di Mario Monti e Romano Prodi -aggiungono- ha sperato di salvarsi grazie alla compiacenza di certe élite europee di cui da sempre è parte integrante, ma questa volta non c’è stato nulla da fare. Una lezione che ci auguriamo venga capita anche a Parigi”.

Goulard, Macron è sempre più isolato

Il presidente francese Emmanuel “Macron appare sempre più isolato in Europa”. A commentare così su Twitter la bocciatura di Sylvie Goulard come commissario Ue è Marine Le Pen. “Il rigetto della candidatura di Sylvie Goulard, sostenuta dal Presidente, è una sferzante sconfessione per quest’ultimo. Malgrado le sue perpetue lezioni di morale, o forse proprio a causa di queste, Macron appare sempre più isolato in Europa”, scrive la leader del partito francese di estrema destra Rassemblement National, che fu sconfitta da Macron al ballottaggio per le presidenziali.

”La candidata commissaria di Macron è stata bocciata dal Parlamento di Bruxelles. Ottima notizia! La maggioranza voluta da Pd-5Stelle-Merkel-Macron è figlia della paura e della voglia di poltrone. A Bruxelles come a Roma, meritano di essere mandati a casa!”. Lo dice Matteo Salvini.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza