Germania, Yom Kippur di sangue: attentato alla Sinagoga e al cimitero ebraico. Ci sono morti

mercoledì 9 ottobre 13:52 - di Redazione
sinagoga

Orrore ad Halle, in Germania, dove sono stati attaccati la sinagoga e il vicino cimitero ebraico. La sinagoga è stata oggetto di una sparatoria, nella quale secondo le prime informazioni vi sarebbe almeno un morto. Alcune fonti parlano di due, altre indicano che le vittime potrebbero essere di più. L’attentatore o gli attentatori, secondo quanto trapelato dalle prime parole della polizia cittadina, avrebbero sparato con un fucile mitragliatore. Secondo il sito del quotidiano tedesco Bild, la sparatoria sarebbe avvenuta «davanti» al Tempio. Contro il cimitero, invece, secondo quanto riportato dai media locali, hanno lanciato una granata.

L’allarme della polizia: «Rimanete in casa»

Gli attentatori sarebbero in fuga a bordo di un veicolo che si dirige verso Lipsia. Sarebbero ancora armati. «Chiediamo alle persone di rimanere al sicuro nelle loro case», ha avvertito la polizia tedesca anche attraverso i propri canali social. La Deutsche Bahn, inoltre, ha chiuso per motivi di sicurezza la stazione ferroviaria di Halle.

L’attentato alla sinagoga nel giorno dello Yom Kippur

L’attentato avviene, tra l’altro, nel giorno dello Yom Kippur, che cade oggi. Si tratta della festa della conciliazione, la festività più importante nel calendario ebraico. L’uomo che ha aperto il fuoco ad Halle, secondo testimoni citati dalla Bbc, indossava una tuta mimetica e possedeva diverse armi.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • ADRIANO AGOSTINI 10 ottobre 2019

    Il lupo perde il pelo ma non il vizio. Merkel ti vedo male.

  • In evidenza