FdI, banchetti in ogni piazza per cambiare la Costituzione: ecco dove firmare

sabato 26 ottobre 13:26 - di Redazione
FdI

Il cammino verso le riforme non si ferma per FdI. Sui profili social di Giorgia Meloni sono bene indicate le priorità, le battaglie storiche della destra. Fratelli d’Italia è presente capillarmente in tutta Italia.  Ecco dove e quando è possibile firmare. Questo weekend vede innumerevoli punti di raccolta per le firme, ai quali presenzieranno dirigenti di partito, amministratori locali, militanti e simpatizzanti. Cambiare la Costituzione è possibile.

1 Elezione diretta del Presidente della Repubblica;

2 Abolizione dei Senatori a vita;

3 Tetto massimo alla pressione fiscale nella Costituzione

4  Supremazia dell’ordinamento italiano su quello europeo

FdI: Ecco chi si è opposto alle nostre proposte

La battaglia per il presidenzialismo è una battaglia storica della Destra. Un passo necessario per la modernizzazione delle istituzioni. Non è stato possibile abolire l’istituto ottocentesco dei senatori a vita. I grillini amano tagliare i parlamentari ma non quelli nominati dal Presidente della Repubblica. In Parlamento FdI si è trovata sola in queste battaglie. Per questo, dicono i  dirigenti e parlamentari di FdI, “ci troverete in tutte le piazze d’Italia a raccogliere le firme necessarie per compiere questi passi: noi vogliamo che siano gli italiani, e non il palazzo, a scegliere la prima carica dello Stato: chi è con noi?”. Le riforme “vere” sono queste.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Alberto 12 maggio 2020

    Sono perfettamente d’accordo ma è anche ora di smetterla di foraggiare la mafia e il sud, la delinquenza, le mille inutili associazioni, le fondazioni e quel mondo di furboni che foraggiano anche i parlamentari, i giudici che non fanno il loro dovere e tutto quel mondo di pietismo e buonismo che ci circonda e per il quale spendiamo e spendiamo trascurando i cittadini onesti.. Inoltre i figli uno li fa e se li mantiene, fino a due si possono anche stanziare degli aiuti ma conigli e pantegane devono arrangiarsi, li hanno fatti? Cavoli loro. Nella socità devono eseerci i diritti, ma prima ci sono i doveri. Come dicevano i ns padri: “prima il dovere e poi il piacere”.

  • Guido Baguzzi 26 ottobre 2019

    Non posso che condividere questi quattro punti ai quali aggiungerei alcuni provvedimenti economici come:
    5) La nazionalizzazione di Bankitalia
    6) L’adozione dei “mini bot”
    7) L’aumento dei tassi di Bot e CCT per incentivare il risparmio delle famiglie italiane
    ed usare quei soldi per liquidare gli investitori esteri.
    8) Togliere dalla Costituzione l’obbligo del Pareggio di Bilancio

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica