Meloni sferra l’attacco: «I senatori a vita vanno aboliti, sono una vergogna»

giovedì 8 agosto 17:51 - di Gianluca Corrente

«Assurdo che in Italia ci sia ancora la figura ottocentesca dei “senatori a vita”: persone nominate a piacere dal Presidente della Repubblica, per di più anche lui non scelto dal popolo, che rimangono parlamentari per il resto dei loro giorni. Fratelli d’Italia non si piega a questa vergogna, inspiegabilmente mantenuta anche nella recente riforma di taglio dei parlamentari, e continua la sua battaglia per abolire i senatori a vita dalla nostra Costituzione. Siete con noi?». È il post che Giorgia Meloni ha scritto sulla sua pagina Facebook. E nel giro di pochissimo ci sono stati migliaia di like e commenti. «Via i senatori a vita e basta soldi agli eredi», scrive Piersaulle P mentre Wanda R, nel dichiararsi d’accordo, sceglie la strada dell’ironia: i senatori a vita? «Sono anziani e non hanno bisogno di pensioni astronomiche per vivere». Adriano G non ha dubbi: «Basta regali . Non deve esistere più questa categoria ad honorem». E per Gianpiero P «vivono sulle spalle dei contribuenti ma in aula non ci sono quasi mai». Giulio M rincara la dose contro i senatori a vita: «La loro funzione? Piccola stampella per i governi del Presidente della Repubblica». In molti commenti si punta il dito contro Napolitano e Monti, tra i più criticati. E Fabio F aggiunge: «È un residuato della Costituzione che nel corso degli anni non ha più avuto motivazioni serie. Sarebbe proprio l’ora dì abolirli».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Sergio 14 agosto 2019

    La cosa gravissima è che hanno diritto di voto e con il loro voto spesso si sono tenuti in piedi Governi, vedi quello di Prodi

  • Angolo 10 agosto 2019

    Queste sono dai latri del gli amici è si devono abolire tutti i privilegi di tutti che c’è troppo vergogna con questi privilegi per l’oro è per i parte

  • Timoteo Pernici 9 agosto 2019

    SONO D’ ACCORDO NELL’ ELIMINARE QUESTO ASSURDO PRIVILEGIO

  • amerigo 9 agosto 2019

    Tanto più che li nominano sempre i presidenti “super partes” che provengono dalla sinistra! (Scalfaro, Ciampi, Napolitano etc.)

  • Paolo 9 agosto 2019

    Non c’è più ragione di tenere in piedi una casta di senatori a vita!. Eventuali loro meriti storici, culturali, di amor patrio, se realmente provati, vanno riconosciuti in altro modo, ad esempio con una medaglia al valore. Basta pesare negativamente sul bilancio dello stato, quindi dei cittadini!. Queste persone si ritirino, così lo Stato risparmia financo sulla scorta loro concessa, Vergogna!:

  • Massimo Steffanoni 9 agosto 2019

    Sono d’accordo con te Giorgia. Via i senatori a vita.

  • In evidenza

    contatore di accessi