Ella Bucalo (FdI) contro il decreto “salva” precari: «Una farsa che penalizza migliaia di docenti»

sabato 12 ottobre 17:17 - di Redazione

«Decreto scuola salva precari, ennesimo bluff». Ella Bucalo (FdI) ha commentato sulla propria pagina Facebook il decreto scuola approvato ieri in Consiglio dei Ministri, sul precariato. «Ancora una volta – scrive Ella Bucalo – sono state disattese le aspettative di migliaia di docenti. La programmazione è inesistente perché sono scarse le competenze».

Ella Bucalo contro il governo

La parlamentare di Fratelli d’Italia fa qualche esempio. Dal decreto venuto fuori d’accordo Miur–sindacati, emerge che il concorso straordinario è riservato a 24.000 insegnanti. «Il resto? Chi ha tre anni di servizio potrà solamente partecipare ad un corso abilitante. Ma intanto dovrà avere una supplenza fino al 30 giugno 2020, oltre a 24 crediti formativi universitari». Ma questo è niente, scrive la Bucalo. «Perché c’è chi è stato dimenticato, come i docenti magistrali, il personale dell’infanzia e quelli della primaria. Fuori i precari con due annualità di servizio. E i docenti delle paritarie». Stessa sorte a chi svolge le funzioni di direttore. «Per questi non è previsto alcun concorso».

Ella Bucalo: «Un obbrobrio»

La Bucalo poi aggiunge: «Più grave la situazione di chi ha prestato i tre anni di servizio nel sostegno, estromessi dal concorso straordinario». Poi l’attacco: «Ministro Lorenzo Fioramonti, sottosegretario Lucia Azzolina, ma come fate ad essere contenti di questo obbrobrio che chiamate decreto scuola? Come fate a cantar vittoria, dopo che i diretti interessati hanno sonoramente bocciato l’ennesimo accordo-farsa? Continuerò a dare battaglia. Sempre dalla parte della scuola, di chi ci lavora e contribuisce fattivamente a tenere alto il nome di questa indispensabile istituzione».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza