Di Maio fa il furbetto, la Meloni gliele suona via social. Nuovo scontro sulle banche

venerdì 18 ottobre 11:01 - di Gabriele Alberti

Di Maio, ma chi vuoi prendere in giro? Giorgia Meloni dai social prende di petto l’ennesima frase infelice dell’attuale ministro degli Esteri e leader di M5S. Che scrive: «In Italia bisogna combattere contro la grande evasione, non contro il commerciante. Io non accetto che si criminalizzino queste categorie. Prima della multa sul Pos, bisogna abbassare LE COMMISSIONI delle banche». Ma guarda un po’ che magnanimi questi del governo- sanguisuga Conte 2. Non avete proprio capito, tuona Giorgia Meloni. «Le commissioni vanno eliminate del tutto».

Meloni: «Di Maio, chi vuoi prendere in giro?»

Risponde con veemenza la leader di Fratelli d’Italia, che non crede ai suoi occhi, leggendo il tweet di Di Maio: «Abbassare? Forse non vi è chiaro il concetto: se non volete danneggiare migliaia di attività, favorendo solo il sistema bancario, le commissioni dovete eliminarle»! Questo è poco, ma sicuro. Le commissioni che le banche hanno sui nostri denari sono gà altissime. Solo chi non vuole vedere non si accorge della mazzata che si abbatterà su moltissime categorie di lavoratori e lavoratrici italiani. Gia dovranno dire addio al “forfettino” e alla flat tax al 15% per passare al regime analitico circa due milioni di professionisti. Ora la lotta al contante  costringerà a pagare due volte le commissioni alle banche. Non solo, ma aumenteranno le spese per la burocrazia, che pagheremo attraverso tasse più alte! Di Maio tenta di dare un colpo al cerchio e uno alla botte, sulla pelle degli italiani. Quindi, eliminare le commissioni delle banche dovrà diventare un imperativo categorico, se il governo vorrà proseguire per questa strada.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Lovergine 18 ottobre 2019

    Tutto questo servirà solo a rilanciare le banche. Gli italiani purtroppo saranno costretti, per chi non lo avesse già, aprire un conto corrente in banca per ottenere le carte Bancomat o carte di credito. Il che significherà avere: a) un costo per la tenuta spese annuali sul c/c; b) costo su ogni singola operazione; c) il costo per ottenere la carta (ulteriori spese in caso di smarrimento o sottrazione). In conclusione, è solo una vera fregatura sopratutto per gli anziani, e per i piccoli commercianti.

  • In evidenza