Caso Consip, Lotti e Del Sette rinviati a giudizio

giovedì 3 ottobre 16:21 - di Redazione
Consip

Consip dei dolori per Luca Lotti e Tullio Del Sette. Sono cinque infatti i rinvii a giudizio decisi dal gup di Roma Clementina Forleo. La giudice ha disposto il giudizio per l’ex ministro dello Sport ed ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Lotti.  L’accusa è di favoreggiamento nell’inchiesta Consip. Con l’ex braccio destro di Renzi, andrà a processo anche l’ex comandante generale dell’Arma dei Carabinieri Tullio Del Sette. Il militare è accusato di rivelazione del segreto d’ufficio e favoreggiamento. Rinviato a giudizio poi il generale Emanuele Saltalamacchia per favoreggiamento, così come l’ex presidente di Publiacqua Firenze Filippo Vannoni e l’imprenditore Carlo Russo. Prosciolti invece dalle accuse l’ex maggiore del Noe Giampaolo Scafarto e l’ex colonnello dell’Arma Alessandro Sessa. Scafarto, nella fattispecie, era accusato di rivelazione di segreto, falso e depistaggio. Lotti ha reagito alla notizia con una nota su Facebook: “Oggi, 3 ottobre 2019, il Giudice per le udienze preliminari ha deciso che dovrà esserci un processo per accertare definitivamente la verità dei fatti. Il reato di cui devo rispondere è favoreggiamento di un ‘non indagato’. Come ho fatto finora, affronterò tutto questo a testa alta. Ero e resto convinto che i processi si fanno nelle aule dei Tribunali e non sui giornali. Dimostrerò in quelle sedi la mia innocenza”. Nel frattempo la Procura di Roma, a quanto si apprende, impugnerà in Corte d’Appello la sentenza di proscioglimento del maggiore dei carabinieri, Gianpaolo Scafarto e il colonnello dell’Arma, Alessandro Sessa. Scafarto e Sessa sono stati prosciolti oggi dal gup da tutte le accuse.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • federico barbarossa 4 ottobre 2019

    che giustizia di merda

  • In evidenza