Barillari sfotte Zingaretti sulla Raggi: “Ormai conosciamo le sue capriole, i suoi cambi di idea”

lunedì 14 ottobre 10:09 - di Redazione

Stavolta è di nuovo Barillari a prendere di mira Nicola Zingaretti. Davide Barillari, consigliere M5S Regione Lazio, e’ intervenuto stamane ai microfoni della trasmissione ‘L’Italia s’e’ desta’, condotta dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus, emittente dell’Universita’ Niccolo’ Cusano.

Per Barillari occhio a che cosa chiederà in cambio il Pd

Zingaretti dice che Raggi non si deve dimettere. “Da 6 anni conosciamo Zingaretti e le sue capriole, i suoi cambi di idea da un giorno all’altro. L’alleanza M5S-Pd a livello nazionale potrebbe funzionare, anche se mi chiedo il Pd cosa vorra’ in cambio. In Regione e’ molto diversa la situazione, perche’ ad esempio la situazione rifiuti e’ stato un tema per speculare contro l’amministrazione Raggi. Ho la massima fiducia in Raggi, so che sta combattendo contro mafia e sistemi di potere che hanno fatto di Roma una mangiatoia. Credo che quello del PD sia un tentativo di essere amici con le parole con la Raggi, ma allo stesso tempo provare a portare avanti quel sistema”.

Sulla sanità “c’è ancora il problema corruzione”

Secondo Grillo il M5S sta dettando l’agenda. “Ero a Napoli, ho sentito le parole di Beppe, mi auguro che sia davvero il M5S a gestire la cabina di regia e a imporre le nostre idee. Pero’ credo che prima o poi il Pd andra’ all’incasso a vorra’ approvare le sue leggi e dovremo mandare giu’ bocconi amari come con la Lega. Purtroppo il Pd non e’ ancora derenzizzato. Io sto vivendo un momento molto difficile perche’ vedo un Movimento come il mio che ora fa l’ago della bilancia, pero’ perde identita’ e quella coerenza che ci caratterizzava”.
Sul superticket. “E’ un bellissimo segnale. Ben vengano queste azioni, poi pero’ voglio vedere tutto il resto della sanita’ come lo affronteranno. I problemi della sanita’ sono molto piu’ profondi, come la corruzione”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza