Ironia e sfottò sui social contro M5S e Pd: «Che porcata che stamo a fa» (le vignette)

lunedì 2 settembre 15:26 - di Gianluca Corrente

L’immagine di Di Maio, con i dito puntato e un sorrisetto sornione. La frase: «Se dovesse andare male con il Pd, proveremo con i Testimoni di Geova». E giù una marea di commenti, sfottò, ironie. È solo una delle tantissime vignette che girano sui social. Tutte contro l’accordo tra i Cinquestelle e i dem. Un accordo impossibile da digerire anche per i militanti grillini, che sono fortemente delusi. Circola poi il video Di Maio e Toninelli visitano l’aereo di Renzi con la scritta: 150 milioni sprecati, vi siete già dimenticati? Poi la raccolta delle frasi dette dagli esponenti pentastellati e dem. Di Battista: «Il Pd è punto di riferimento del crimine». La Taverna: «Ve ne dovete andare». Renzi: «Non voterei mai per un governo dei Cinquestelle». Grillo: «Renzi è una scrofa ferita». Vengono riportate altre frasi, quelle di Di Maio, di De Luca, della Boschi. Spunta un’altra composizione ironica: «L’Italia è quel Paese dove puoi votare chi vince Sanremo, chi resta all’Isola dei famosi, chi entra nel Grande Fratello ma non chi governa il Paese». Particolarmente cliccata la vignetta con Zingaretti che dice in romanesco: Mazza, che porcata che stamo a fa. È pubblicata dalla pagina Facebook LepiubellefrasidiOsho. E ancora Di Maio sorridente: «Abbiamo restituito l’Italia al Pd». Per finire con la graffiante ironia del Sofista: «Conte, nel ricevere l’incarico, ha garantito che il suo sarà un governo all’insegna della svolta e della novità, in piena discontinuità con lo schifo che c’era prima. Solo che lo schifo che c’era prima era lui. Sarà il primo governo manicomiale nella storia d’Italia».

Le vignette che impazzano su Facebook

 

 

 

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi