Feltri: «Renzi ha distrutto Conte, Di Maio e Zingaretti. Gli è bastato un colpo solo»

18 Set 2019 15:47 - di Augusta Cesari

«Quella di Renzi non é una secessione bensì una maxirottamazione. In un colpo solo ha distrutto Conte, Zingaretti e Di Maio. Quanto a Salvini, si è momentaneamente fatto fuori da solo». Analisi sintetica e sferzante quella che Vittorio Feltri affida al suo profilo Twitter.  Il direttore di Libero è molto attivo sui social e in tv in questo periodo per dire la sua sull’attuale situazione politica creatasi dopo la scissione della sinistra e il battesimo del nuovo partito di Renzi, Italia Viva. Feltri, che certo non apprezza il comportamento dell’ex premier sotto il profilo dell’etica politica, gli riconosce però un’abilità cinica e spregiudicata, da vero maestro del genere. “Mangiarsi in un sol boccone” il trio Conte, Di Maio e Zingaretti è impresa non da poco. Evidente il giudizio implicito di Feltri sulla dabbenaggine dei tre che si sono lasciati infinocchiare da Renzi, il regista dell’operazione-inciucio Pd-M5S.

Feltri:« Renzi ha trascinato nel dirupo Zingaretti»

«Chiamatelo scemo». L’opinione di Feltri su Renzi la conosciamo bene, più volte l’aveva espressa su Libero: «Matteo Renzi è un furbacchione, e questo lo sappiamo da sempre. Ha commesso qualche errore grave allorché era a capo del governo, però non ha perso l’astuzia che gli consente di mettere nel sacco amici e nemici». Ancora caustico Feltri  in un precedente intervento su Renzi: «È noto che è stato lui a combinare il pasticcio dell’ esecutivo giallorosso, trascinando nel dirupo Zingaretti e la sua banda di assetati di potere».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA