Diteci che non è vero Di Maio agli esteri. Frecciate dalla Lucarelli e dalla Chirico

mercoledì 4 settembre 13:25 - di Il Cavaliere Nero 😎

Diteci che non è vero: stanno trattando per Luigi Di Maio ministro degli esteri.
Si pensava fosse uno scherzo, la Meloni lo aveva sfottuto (“il Pd lo tratta come Alfano“) eppure pare sia una prospettiva possibile.
Nella lista dei ministri che Conte oggi discuterà con Mattarella, potremmo trovarci la Farnesina occupata dal mancato vicepremier pentastellato. Ovvero, il trionfo dell’incompetenza.

Domande da fare all’aspirante ministro degli esteri

Domande da fare al candidato a farci ridere in giro per il mondo.
1) quante lingue parla?
2) conosce almeno correttamente la lingua italiana?
3) intende ricevere al ministero una delegazione di gilet gialli?
4) continuerà a sostenere il regime di Maduro in Venezuela (quello nella foto..)?
5) ha studiato dov’è il Cile?
6) quando si recherà di nuovo a Matera, conoscerà finalmente almeno la differenza tra Londra e New York?
7) è stato informato che il presidente cinese non si chiama Ping?

Al Quirinale dicono “pochi mesi”…

Ovviamente il conto delle gaffe di Di Maio è assai più vasto e dobbiamo affidarci alla nostra memoria. Ma la cosa più incredibile sono le reazioni del web. Su twitter sono le giornalista Selvaggia Lucarelli e Annalisa Chirico a sollevare vigorosamente il tema. La reazione dei tifosi di mister Di Maio è feroce, quasi simile ad un linciaggio informatico. Come se il tema non fosse reale, vero, serio.
Vedremo che cosa dirà Mattarella a Conte, a meno che tutto non sia stato già fabbricato come medaglietta con cui ricompensare il “sacrificio” di non avere più un ufficio a palazzo Chigi e relativo personale. Ma il problema sarà rappresentato dai rapporti con gli altri paesi, che del nuovo aspirante titolare della Farnesina sanno già praticamente tutto. Speriamo di non dover precipitare nel ridicolo, perché sulla relazioni internazionali è vietato scherzare. Anche se ha pure ragione chi al Quirinale sussurra riservatamente e in cambio del solito anonimato che “tanto durano pochi mesi“…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • maurizio pinna 4 settembre 2019

    Parlo per esperienza personale: solo per affacciarti al mondo della carriera diplomatica devi sostenere, scritto e orale, esami in TRE lingue straniere, QUATTRO settori dell’economia, TRE diritti, storia moderna e contemporanea. Inutile aggiungere commenti.

  • In evidenza

    contatore di accessi