Conte riapre i porti, via libera alla Ocean Viking: i clandestini sbarcano a Lampedusa

14 Set 2019 10:01 - di Redazione
La nave Eleonore della Ong Lifeline

Il governo Conte riapre ufficialmente i porti italiani e da il via libera alla Ocean Viking per sbarcare gli 82 clandestini a bordo. È il primo atto ufficiale della nuova politica immigratoria del governo giallo-verde con un dietrofront sfacciato rispetto alle promesse e agli impegni assunti in precedenza di fronte al popolo italiano.

Francia e Germania hanno accettato di prendere, ognuna, il 25 per cento dei clandestini imbarcati dalla Ocean Viking, vale a dire 20 immigrati a testa. E, dunque, per il momento, l’Italia accoglierà 40 clandestini.

La decisione di Conte e compagni era nell’aria e giovedì il Secolo lo aveva già anticipato.

Il governo rosso-giallo stava solo cercando il modo di mascherare e far passare il meno traumaticamente possibile il messaggio della resa dell’Italia che straccia così i decreti Sicurezza firmati da Salvini consegnandosi mani e piedi legati ai diktat dell’Europa e alle vergognose pretese dello speculatore George Soros e della sua delirante “religione” sulla Open Society, un mondo senza più confini né regole.

Il governo Conte ha dunque assegnato il cosiddetto “place of safety”, il porto sicuro, alla Ocean Viking, la nave delle Ong Sos Mediterranea e Medici senza frontiere con 82 clandestini a bordo.

E ha scelto Lampedusa come porto sicuro assegnato alla Ocean Viking che ora si sta dirigendo verso l’isola italiana. È esattamente ciò che le Ong pretendevano dopo aver rifiutato di dirigersi verso la Tunisia, il porto sicuro più vicino da quando avevano raccattato sul gommone di fronte alle coste libiche gli 82 clandestini.

Esultano, dunque, gli scafisti che possono, a questo punto, riprendere tranquillamente i propri traffico di esseri umani sulle spalle degli italiani.

Il governo giallorosso sta valutando ora se fare  entrare direttamente in porto la Ocean Viking o fare il trasporto dei clandestini su motovedette della Guardia Costiera. Una resa totale all’immigrazione selvaggia pretesa dalla sinistra.

Esulta Medici Senza Frontiere: “Breaking: le autorità Italiane hanno appena offerto a #OceanViking un porto sicuro di sbarco. Dopo sei giorni dal primo soccorso, gli 82 naufraghi a bordo presto sbarcheranno a #Lampedusa. @MSF_Sea &@SOSMedIntl sono sollevate. Per gli italiani, invece, ricomincia l’incubo grazie a Conte, Di Maio, Zingaretti e Renzi.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • massimo scarpa 16 Settembre 2019

    Una vera e propria vergogna.. Prima gli italiani in stato di povertà… Poi eventualmente i finti profughi…

  • SUGERITI DA TABOOLA