Calenda attacca Renzi e twitta #senzadime: ce l’ha con l’Ascani, Scalfarotto e la Morani

venerdì 13 settembre 15:21 - di Chiara Volpi

Non solo Fiano che recita la parte della vittima, del grande escluso dallo scacchiere di governo che non lo ha nominato neppure per un ruolo da sottosegretario. No, in queste ore per commentare sardonico il sudoku dei sottosegretari appena completato dall’esecutivo giallorosso è intervenuto – rigorosamente via social – anche Carlo Calenda, immancabile fustigatore dei costumi dem (e dintorni)…

Calenda ironico twitta l’hashtag #senzadime

Proprio così: arrivano le nomine di vice-ministri e sottosegretari del nuovo esecutivo e, con loro, la stoccata di Carlo Calenda agli ex compagni di viaggio. A finire nel mirino del leader di “Siamo Europei” – e non poteva essere diversamente – sono infatti i renziani Anna Ascani, Ivan Scalfarotto e Alessia Morani, “rei” di aver accettato l’investitura rispettivamente a viceministro e sottosegretari dopo la battaglia contro l’alleanza con i 5S lanciata dall’ex segretario Renzi attraverso l’hashtag #senzadime.

Nel mirino i renziani Anna Ascani, Ivan Scalfarotto, Alessia Morani

«Il meglio del #senzadime al Governo. @AnnaAscani @ivanscalfarotto @AlessiaMorani», scrive Calenda “taggandoli”. In attesa della risposta dei diretti interessati, sono in tanti a replicare. Tra loro, stizzito, il membro della direzione nazionale Pd Davide Di Noi: “Carlo, ci siamo spesi per farti avere quei voti, necessari per un seggio a Bruxelles. Basta dai. Manda a tutti e tre un messaggino di congratulazioni e un grazie per ciò che hanno fatto quando ti sei candidato». Lo scontro intestino frutta un’altra amara risata: tra tensioni interne e criticità grilline, il Pd non sa davvero più da chi difendersi prima…
Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi