A Borgosesia un monumento per il generale Dalla Chiesa e la moglie (video)

domenica 8 settembre 20:10 - di Redazione

Nella centralissima piazza Mazzini di Borgosesia una fontana è stata intitolata al generale Carlo Alberto Dalla Chiesa e alla moglie Emanuela Setti Carraro – originaria del comune piemontese – uccisi in un agguato mafioso nel 1982. All’inaugurazione della fontana monumentale erano presenti i familiari di Emanuela Setti Carraro.  «Sul basamento di granito della fontana – ha spiegato il sindaco, Paolo Tiramani – svettano le statue di bronzo di Emanuela Setti Carraro, nella sua bellezza di sposa elegante e discreta, e del generale Dalla Chiesa, autorevole nella divisa dell’Arma. Dalla Chiesa porge affettuosamente il suo berretto a un bambino, in una sorta di passaggio del testimone alle giovani generazioni.  Intorno alla coppia sono seduti di bimbi in un atteggiamento di partecipazione: lo stesso che mi auguro potranno avere coloro che si avvicineranno alla fontana, sentendosi ispirati dai significati che essa custodisce».

“Certe cose si fanno per guardare i nostri figli negli occhi”

«Certe cose non si fanno per coraggio, si fanno solo per guardare più serenamente negli occhi dei propri figli e i figli dei nostri figli». Queste le parole del generale Carlo Alberto dalla Chiesa incise sulla targhetta della nuova fontana di Borgosesia inaugurata sabato, in una piazza Mazzini gremita di persone.

Una cerimonia molto toccante, come si può vedere dal servizio realizzato dal Tg2 nell’edizione domenicale delle 13. «È una grande festa», ha detto il sindaco Tiramani, mentre dava il benvenuto agli ospiti fra cui Matteo Salvini, Nando Dalla Chiesa –  figlio del generale ucciso dalla mafia il 3 settembre 1982 a Palermo – il presidente della Regione, Alberto Cirio, Vittorio Sgarbi e il deputato Riccardo Molinari.  A tagliare il nastro è stato Gian Maria Setti Carraro, fratello di Emanuela: ««Questa per me è una grande gioia, perché finalmente Borgosesia si è ricordata che la sua concittadina era Emanuela», ha detto.

“Forte come la morte è l’amore” per ricordare Dalla Chiesa e la moglie

A corollario dell’inaugurazione, sono stati proposti tre eventi: la mostra “Una fontana per Emanuela” dedicata al percorso di ideazione del monumento; la presentazione del libro di Fabiola Paterniti “Tutti gli uomini del Generale” e lo spettacolo teatrale “Forte come la morte è l’amore”, incentrato sulla storia d’amore tra il generale Dalla Chiesa e la moglie.

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi