Gatta seviziata a Lumezzane: taglia da 10mila euro sulla testa del responsabile

lunedì 26 Agosto 18:55 - di Redazione

Una taglia da 10mila euro sulla testa del responsabile o dei responsabili delle torture che hanno portato alla morte della gattina di Lumezzane lanciata da una auto in corsa. Alla gattina sono state amputate le orecchie, abraso il naso e squarciata la pancia. La micia è stata soccorsa dai passanti ma per lei purtroppo niente dal fare è morta infatti poco dopo il suo arrivo in una clinica veterinaria. «Abbiamo messo questa taglia perché ci rendiamo conto che questo gesto rappresenta una sfida da parte di una o più persone squilibrate di mente che chiedono di essere catturate – dice Lorenzo Croce presidente di Aida – Già in passato c’erano state segnalazioni e denunce per una persona che voleva adottare gattini e come molti ricordano questa sosteneva di essere dedita ai riti violenti esoterici sui gatti e di abitare dalle parti di Brescia».

«Se si tratti della stessa persona o meno non è dato saperlo, ma speriamo che sia possibile risalire alla persona sadica e crudele che ha commesso questo reato infame ai danni di una micina la cui morte lenta deve essere stato qualcosa di talmente orribile che una mente sana non riesce nemmeno ad immaginare», aggiunge Croce. La taglia, informa Aida, sarà pagata a chiunque sia in grado con la sua testimonianza di indicare la persona o le persone responsabili di questo reato e di permetterne la cattura e la condanna definitiva. Non si accettano segnalazioni anonime ma si invita chiunque sappia qualcosa a rivolgersi in primis alle forze dell’ordine e solo dopo a contattarci al 3479269949.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *