Di Battista provoca Salvini: “Vatti a ubriacare invece di attaccarmi” (video)

domenica 4 agosto 11:50 - di Carlo Marini

Tra Di Battista e Salvini ormai è guerra senza soluzione di continuità. Il grillino attacca quasi ogni giorno sui Social il ministro dell’Interno. Quando non lo cita esplicitamente, lo fa con messaggi allusivi.

Nell’ultimo, su Facebook, ha condiviso un post di Francesco Esparmer, docente ad Harvard, dove si invita tra l’altro a diffidare dei “politici che si stracciano le vesti in diretta” per i fatti di cronaca e che “fanno proclami nella lotta contro la droga”. A Salvini devono essere fischiate le orecchie. Qualche ora prima il post era stato indirizzato esplicitamente al leader della Lega.

Il post di Di Battista su Facebook

«Ministro Salvini – si legge nel post di Di Battista –  quando la smetterà di disprezzare il lavoro altrui (le ricordo che a differenza sua, che vive di denaro pubblico dal 1993, io non campo sulle spalle dei cittadini, anzi con le tasse che pago, contribuisco a pagarle lo stipendio) trovi il tempo di andare in Parlamento per rispondere a domande dettagliate sui suoi rapporti con il Signor Savoini (indagato per corruzione internazionale) e in Commissione Antimafia per fornire dettagli sulle modalità attraverso le quali il Sig. Arata (arrestato per corruzione) è entrato nei giri leghisti. In Parlamento sarà più difficile mentire o buttarla in caciara come è abituato a fare sui social. PS: A riferire in Parlamento e in Commissione Antimafia ci vada come preferisce, auto blu, aereo blu o moto d’acqua blu ma ci vada e porti rispetto al popolo italiano».

Alla Versiliana l’attacco più pesante: “Salvini si andasse a ubriacare”

Di Battista è stato ancora più pesante in occasione del quarantesimo festival della Versiliana, intervistato da Pietrangelo Buttafuoco. In replica al ministro, che gli aveva dato del ricco vacanziero, Dibba replica con una risposta particolarmente acida.  «Non capisco perché Salvini mi attacchi sul personale, si ubriacasse». Lapidaria la controreplica del ministro dell’Interno: «Non mi interessa quello che dice».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi