Carabiniere ucciso, Zingaretti arrossisce, corre ai ripari e scarica Scalfarotto

giovedì 1 agosto 15:16 - di Gabriele Alberti

«Iniziativa personale». L’espressione non cancella l’imbarazzo di Zingaretti. In un Pd già sgangherato di suo, ci mancava solo Scalfarotto che visita in carcere un omicida, per constatare se i suoi diritti vengano rispettati. L’ennesimo suicidio del Pd coglie impreparato (e seccato) Zigaretti, che, chiamato in causa, si affretta a scaricare il suo “premuroso” deputato che tanta ira ha attirato in queste ore sul partito.

Zingaretti si dissocia da Scalfarotto

«Quella di Scalfarotto è una sua iniziativa personale. Rientra nelle sue prerogative di parlamentare. Ma ripeto, è una sua iniziativa non fatta a nome del Pd». E’ quanto ha dichiarato il segretario del Pd, dopo aver salutato nella sede della Regione Lazio i nuovi dipendenti del Nue 112, commentando l’iniziativa del deputato Ivan Scalfarotto, che  è andato a Regina Coeli per sincerarsi delle condizioni dei due ragazzi americani accusati dell’omicidio del carabiniere Mario Cerciello Rega.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi