Storie d’amore e di fucile. Le “Brigantesse” di Andrea Del Monte conquistano le librerie

lunedì 1 luglio 16:37 - di Gloria Sabatini

Donne sanguigne, coraggiose, eroine loro malgrado. Amore, pathos e ribellione. Brigantesse. Storie d’amore e di fucile  (edizioni Ponte Sisto) è l’ultimo lavoro editoriale di Andrea Del Monte, musicista e cantautore, che ha realizzato un originale libro-cd dedicato alle brigantese d’Italia (il disco è prodotto dall’etichetta tedesca Sound System Records). Un collage di tredici biografie (13 racconti e altrettanti brani musicali) scritte da poeti e poetesse. Curiosità da “pioniere” e talento, Del Monte firma un’opera doppia, secondo una formula già sperimentata con il disco-libro dedicato a Pier Paolo Pasolini, Caro poeta, caro amico, in occasione del quarantesimo anniversario della morte del padre degli Scritti corsari.

All’originalità  della veste artistica si unisce un serio lavoro di ricostruzione storica e antropologica di un fenomeno per lo più ignorato o relegato all’altra faccia del brigantaggio maschile. Invece Andrea Del Monte, nato a Latina, classe 1983, appezzato cantautore di formazione country e folk, ribalta la prospettiva restituendo piena luce a queste donne-coraggio, spesso bellissime, vissute tra la campagna e il “profondo” Sud d’Italia, che imbracciarono il fucile contro l’invasore. Nel dramma umano e familiare si annida la “sana” vendetta di figure femminili appassionate e testarde: sono madri senza più figli, ragazze orfane, vedove giovanissime che, refrattarie a qualsiasi ideologia, ribaltano lo stereotipo di rassegnazione e sudditanza: non solo alleate del proprio uomo,  ma protagoniste attive della rivolta contadina. «Parlare di loro, stando dalla parte dei “perdenti” con un occhio più attento e meno scandalistico. Perché sono e restano donne», spiega il musicista. Mogli, madri, amanti, persino ladre (o assassine) ma, soprattutto, Donne.

Nel libro, curato da Antonio Veneziani e Gabriele Galloni, accanto alle interviste con Eugenio Bennato, Giordano Bruno Guerri, Raffaele Nigro, Maria Rosa Cutrufelli e molti altri, anche una originale tavola a fumetti sceneggiata da Giuseppe Pollicelli e disegnata da Emiliano Conti. Il disco, invece, si apre con un intervento di Sabrina Ferilli dedicato alla brigantessa Francesca Spicciani, «d’indole battagliera, lottò per la libertà, la giustizia e l’amore», che l’attrice romana ha interpretata per la fiction su Rai Uno intitolata Né con te, né senza di te.

Vite semisconosciute al grande pubblico, esistenze vissute con la fierezza di chi non tradisce le radici. Sono Filomena Pennacchio (testo di Elisabetta Bucciarelli), Elisa Garofoli (Antonella Rizzo), Dora (Ilaria Palomba), Rosa Cedrone (Andrea Di Consoli e Mariavittoria Picone), Elisabetta Di Giuliano, La Bella Lisa (Andrea Del Monte, Antonio Veneziani), Nicolina Licciardi (Geraldina Colotti), Carola (Lidia Riviello), Maria Giuseppina Oliverio detta “Ciccilla” (Gabriele Galloni), Michelina Di Cesare (Susanna Schimperna), Nicolina Iaconelli (Helena Velena), Francesca La Gamba (Claudio Marrucci) e Luisa Spina (Ignazio Gori). Le biografie poetiche  sono musicate e cantate da Andrea Del Monte con la produzione di Nick Valente e Guido Guglielminetti, il produttore di Francesco De Gregori. Tra i preziosi cammei impareggiabile il contributo musicale  di John Jackson, storico chitarrista di Bob Dylan.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza