Meloni: «Se il buongiorno si vede dal mattino, con Sassoli inizia malissimo. Solo un adulatore delle lobby»

mercoledì 3 luglio 16:19 - di Eugenio Battisti

«Se il buongiorno si vede dal mattino, la presidenza del Parlamento europeo di David Sassoli inizia malissimo, in tipico stile Pd». Parole dure quelle di Giorgia Meloni rilasciate a caldo dopo l’intervento dell’ex anchorman e parlamentare dem alla guida del Parlamento di Straburgo. La leader di Fratelli d’Italia legge nelle parole di Sassoli soltanto «adulazione delle lobby e omaggio alle Ong che favoriscono l’immigrazione clandestina». Il che dimostra – aggiunge la Meloni – «che purtroppo non basta essere italiani per difendere gli interessi dell’Italia. Per questo rivendichiamo con orgoglio la nostra scelta di non averlo votato e di aver invece sostenuto il candidato del nostro gruppo Ecr, Jan Zahradil, che al contrario di Sassoli non vuole aprire le porte alle Ong ma chiudere i confini ai trafficanti di esseri umani».

Mentre la sinistra si spella le mani per l’elezione dell’amico David, Fratelli d’Italia tiene la barra dritta sull’epilogo del caso Sea Watch e i continui “sbarchi fantasma” sulle nostre coste. «Le azioni da intraprendere – scrive la Meloni su Facebook – sono quelle che ripetiamo da mesi: blocco navale europeo per impedire ai barconi di partire. Centri europei di identificazione in Nord Africa dove valutare le richieste di asilo e dai quali distribuire i pochi veri profughi tra tutti gli Stati europei. Affondare (demolire) le navi che favoriscono l’immigrazione clandestina. Istituire, come stabilito nel Consiglio europeo di giugno 2018, centri sorvegliati dove trattenere fino a 18 mesi chi entra illegalmente in Italia, in modo da avere il tempo necessario per effettuare i controlli e procedere alle espulsioni di chi non ha diritto allo status di rifugiato.  Costringere gli Stati di provenienza dei clandestini a sottoscrivere accordi di rimpatrio, pena la sospensione di ogni aiuto e accordo commerciale e politico con l’Unione europea».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • rino 4 luglio 2019

    Ben detto, ma non ci riuscirà perché avrà tutti contro.

  • Carlo Cervini 4 luglio 2019

    Tre nomine una peggio dell’altra per il popolo italiano: la Lagarde alla BCE che da presidente del FMI voleva imporre la troica all’italia e una messe di patrimoniali su immobili, liquidità e valori mobiliari…………la tedesca al posto di Junker che 4 anni fa per un prestito miserabile di 40 miliardi pretendeva in pegno il 50% delle riserve auree della Banca d’Italia………..e infine Sassoli che vive lontano dall’Italia da 10 anni e rappresenta il peggio del buonismo PD – ecologisti………….prepariamoci l’elmetto che sarà un autunno di fuoco.

  • Ben Frank 4 luglio 2019

    Il kompagno Sassoli non è quello che, con la towarischka Bonafè, votò al parlatoio europeo il provvedimento per importare in Europa olio tunisino senza dazi, a danno dei produttori italiani ed europei?

  • In evidenza

    contatore di accessi