Lambert, la resa dei genitori: «ci hanno imposto la sua morte». E denunciano il medico

lunedì 8 luglio 16:44 - di Redazione
Vincent Lambert, l'ex-infermiere, vittima di un incidente nel 2008, nel suo letto d'ospedale: la Francia ha imposto lo stop alle cure e l'uomo sta morendo

Si arrendono, necessariamente, alla morte del figlio, Vincent Lambert, che gli è stata imposta «a lui come a noi» ma, nel disperato dolore che stanno affrontando i genitori dell’ex infermiere francese di 42 anni, vittima di un incidente stradale nel 2008, al quale la Francia nega le cure per continuare a vivere, denunciano penalmente, per «assassinio premeditato» il medico Vincent Sanchez, il capo del reparto per le cure palliative dell’ospedale di Reims che lo scorso 2 luglio ha annunciato lo stop dei trattamenti di idratazione e nutrizione.

«La morte di Vincent (Lambert, ndr) è ormai ineluttabile. Gli è stata imposta a lui come a noi – dicono disperati i due genitori ringraziando tutti «per il sostegno, le preghiere durante tutti questi anni» – Se non l’accettiamo, possiamo solo rassegnarci nel dolore, l’incomprensione, ma anche nella speranza».

I genitori di Vincent Lambert hanno sporto denuncia per «assassinio premeditato», riferisce radio RTL, precisando che la denuncia è rivolta, in particolare, contro il medico Vincent Sanchez, il capo del reparto per le cure palliative dell’ospedale di Reims che, lo scorso 2 luglio, ha annunciato lo stop dei trattamenti di idratazione e nutrizione all’ex-infermiere di 42 anni vittima di un incidente stradale nel 2008.
La radio francese cita Jan Paillot, uno dei legali dei genitori fortemente opposti allo stop dei trattamenti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi