Baldelli (Fi) denuncia: arriva il partito trasversale delle multe

mercoledì 3 luglio 14:30 - di Il Cavaliere Nero 😎

Vogliono sventrare gli automobilisti. Il partito trasversale delle multe vuole approvare in Parlamento un emendamento per dare sempre più poteri ai cosiddetti ausiliari del traffico. Ovvero, i dipendenti delle società di gestione dei parcheggi diventano senza concorso o specializzazioni come dei vigili urbani veri e propri.

L’ideona e’ venuta al deputato Pd Gariglio. Che ha preso spunto da una proposta di Simone Baldelli (Forza Italia) per rovesciarne esattamente il contenuto. È la solita marchetta all’Anci, l’associazione dei comuni, firmata da Pd, Cinquestelle e Lega.

“Mano libera per multare”

Se dovesse passare l’emendamento – insiste Baldelli – dipendenti privati avrebbero “mano libera per poter fare multe per divieto di sosta al di fuori di quelle che fino ad oggi sono state le loro competenze“. Esattamente il contrario di quello che la proposta di legge puntava a fare, cioè contenere i poteri degli ausiliari privati della sosta, così come sancito dalla Corte di Cassazione.

Inoltre il comma 5 dell’emendamento apre alle società di parcheggi privati in concessione e di trasporti pubblici il business del recupero dei pagamenti.

Contrari Fi e Fdi

Finora si sono dichiarati contrari ovviamente Fi e anche Fratelli d’Italia, indisponibili ad assecondare la pretesa dei comuni con i bilanci in rosso. Già, perché tutto questo serve a torchiare al solito gli automobilisti a favore delle casse degli enti locali.

Secondo gli ultimi dati, i comuni incassano ogni anno un miliardo e mezzo di euro dalle contravvenzioni. Ma molte multe sono illegittime proprio perché comminate da ausiliari del traffico che spesso oltrepassano le loro competenze. Con l’emendamento del partito trasversale dei balzelli, anche questo ostacolo sarà superato e potranno stangare gli automobilisti a tutto spiano.

Ora bisogna solo auspicare che ci sia un ripensamento da parte dei troppi tagliagole che stazionano in Parlamento. Chi ha l’auto per andare a lavorare non può essere trattato come un pericoloso eversore. Anche perché poi ci si stanca ad essere trattati così.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza