Aereo militare russo sui cieli coreani. I caccia di Seul sparano. Mosca: eravamo in zona neutrale

martedì 23 luglio 12:33 - di Redazione

Un aereo militare russo avrebbe violato lo spazio aereo della Corea del Sud. Lo ha reso noto un portavoce del dipartimento della Difesa di Seul, specificando che le forze dell’aeronautica hanno sparato alcuni colpi di avvertimento. Lo sconfinamento nello spazio aereo sudcoreano è avvenuto nei pressi dell’isola di Dokdo di fronte alle coste orientali del Paese. Secondo quanto riportato dai media locali, l’aereo russo avrebbe sorvolato due volte la zona. L’incidente si è verificato nella zona degli isolotti di Dokdo, noti anche come le Rocce di Liancourt, sui quali rivendica la sovranità anche il Giappone che le chiama isole Takeshima. Secondo i media sudcoreani, anche due aerei cinesi sono entrati nella zona di identificazione aerea sudcoreana.

Mosca da parte sua accusa la Corea del Sud di aver messo in pericolo due suoi bombardieri strategici facendo sparare ai suoi F16 colpi di avvertimento mentre i Tu-95Ms stavano sorvolando “acque neutrali” del Mar di Giappone. La dichiarazione del ministero della Difesa russo arriva in risposta a quella della Difesa sudcoreana che invece ha denunciato la violazione del proprio spazio aereo da parte dei russi. “Il 23 luglio due bombardieri strategici Tu-95MS della Forza aerospaziale russa stavano realizzando un volo di routine sulle acque neutrali del Mar di Giappone quando si sono avvicinati, nei pressi delle isole Dokdo (Takeshima), due aerei da combattimento F16 sudcoreani che hanno eseguito una manovra poco professionale che si incrociava con la traiettoria degli aerei russi mettendo in pericolo la loro sicurezza”, si legge nel comunicato del ministero della Difesa russo. Secondo la versione di Seul, invece, i due aerei militari russi avevano violato lo spazio aereo sudcoreano e, in risposta a quello che viene definito il primo sconfinamento di un velivolo russo, “le Forze Armate hanno adottato misure tattiche, tra le quali il lancio di bengala”. Il governo sudcoreano ha inviato una richiesta formale di chiarimenti al segretario del Consiglio di Sicurezza russo, Nikolai Patrushev, nella quale si chiede che venga esaminata la dinamica dell’incidente e vengono adottate le misure opportune, rende noto un comunicato della presidenza sudcoreana. “Se questo dovesse ripetersi, adotteremo misure forti”, ha dichiarato il capo della Sicurezza nazionale della Corea del Sud, Chung Eui Yong. Anche il Giappone ha fatto alzare in volo i suoi caccia dopo che l’aeronautica sudcoreana ha sparato colpi di avvertimento ai bombardieri russi che avevano, secondo Seul, violato lo spazio aereo sudcoreano. L’incidente è infatti avvenuto nei cieli sopra le isolette contese tra Seul e Tokio. Il portavoce del governo giapponese, Yoshihide Suga, ha quindi detto che l’aereo russo ha violato per due volte lo spazio aereo giapponese. Il governo ha anche “presentato una forte protesta” con Mosca e Seul per l’incidente avvenuto in territorio giapponese, ha aggiunto il portavoce.

(Foto: Corporal Frisk)

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi