Viterbo, vandali imbrattano l’insegna di Almirante. FdI: valori politici e morali non si cancellano con lo spray

mercoledì 5 giugno 14:23 - di Chiara Volpi

Vandali in azione, ma non semplici vandali: come li ha definiti il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida, «Vigliacchi» che, approfittando del buio e delle strade deserte di notte, «hanno vandalizzato a Viterbo un’insegna stradale dedicata a Giorgio Almirante. L’ennesimo atto indegno frutto di un clima di violenza e intolleranza che non si può più ignorare», denuncia con indignazione Lollobrigida che poi aggiunge: «Potranno cercare di cancellarne il nome, ma nessuno potrà mai intaccare la memoria e la grandezza di questo gigante politico»…

Imbrattata a Viterbo l’insegna di Giorgio Almirante: le reazioni di Francesco Lollobrigida

Non basterà un tratto di vernice nera a cancellare le idee di Almirante, il suo operato, l’eredità politica lasciata ingestione alle nuove generazioni. Non sarà sufficiente un colpo di spugna inferto con rabbia e intolleranza su un cartello della toponomastica. Non basterà un gesto compiuto vilmente nel silenzio e nel buio dlela notte a offuscare quanto di rivoluzionario c’è stato nella lezione impartita dal leader del Msi. Per questo, in unanota anche Chiara Colosimo, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia, fa sapere che «a Viterbo è stata vandalizzata con la vernice la palina toponomastica che indica la via dedicata a Giorgio Almirante, fondatore del Movimento Sociale e leader della destra italiana dal dopoguerra agli anni Ottanta. Gli anonimi delinquenti autori di questo gesto spregevole – a ggiunge quindi a stretto giro la consigliera della Pisana – sappiano di aver fatto una fatica inutile: il valore politico, la statura morale e lo spessore umano di Giorgio Almirante non si cancellano con la spray o con il piccone, ma sono ormai storicizzati nella memoria collettiva nazionale e nella coscienza civica di tutti gli italiani».

Chiara Colosimo: «Il valore politico e la statura morale non si cancellano con la spray»

Una lezione, quella offerta da Almirante e ricordata oggi tra gli altri, da Chiara Colosimo, che non si lascerà imbrattare e sporcare da nessuno. Tanto che, ribadisce l’esponente FdI alla Pisana, «con lo stesso stile, fatto di coerenza, perseveranza e attitudine a non cadere nella trappola della provocazione che ha caratterizzato l’attività del leader missino, sostituiremo subito la targa della circonvallazione Giorgio Almirante, e così sarà ogni volta, com’è stato in passato per i troppi atti vandalici ispirati dall’intolleranza politica contro personalità e simboli della Destra, attuati con la volontà di impedire il formarsi di una memoria condivisa sul conflitto ideologico che ha segnato il Novecento». E che, evidentemente, cova ancora sotto la cenere. Da qualche parte…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi