Sbarca in Vigilanza il dossier sul doppio incarico di Foa. Salini: non è incompatibile

venerdì 7 giugno 12:51 - di Redazione

La polemica sul doppio incarico di Marcella Foa, presidente della Rai e successivamente nominato presidente di RaiCom, si avvia allla conclusione. La tempesta sollevata dai dem e dai 5Stelle la prossima settimana arriverà sul tavolo della Commissione Vigilanza di viale Mazzini. La riunione plenaria è stata convocata per mercoledì 12 giugno alle 8,30 e si occuperà di esaminare le risoluzioni presentate dal Pd (relatore Davide Faraone) e dal M5s (Primo Di Nicola) sul doppio incarico di Foa. La votazione finale è prevista nella stessa giornata di mercoledì. A sferrare l’attacco più duro era stato Pierluigi Paragone, capogruppo grillino in Vigilanza, che ha invitato Foa a «rileggersi il contratto» e capire il ruolo che deve recitare che «non è quello di amministatore delegato ombra»

Il caso Foa al voto della Vigilanza

Nel corso dell’ultima audizione in Vigilanza, l’amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini, non troppo interessato al caso che nasconde la strisciante guerra di potere ai vertici di vialev Mazzini, aveva chiarito che non esiste incompatibilità nella doppia presidenza di Marcello Foa a Rai e RaiCom. «Tutte le altre considerazioni sono di ordine politico e non attengono al mio ruolo di amministratore delegato», ha chiarito sottolineando che Foa nel suo ruolo di dirigente ha rinunciato ai compensi previsti per la guida di RaiCom e che una nota del ministero dell’Economia e Finanze sull’argomento (che Salini ha fornito alla commissione) «potrà aiutare a chiarire anche questo».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza