Roma, a Ponte di Nona i residenti si organizzano: «Ci difendiamo dalle aggressioni»

venerdì 14 giugno 17:14 - di Redazione

I comitati di quartiere si mobilitano per assicurare sicurezza ai cittadini. Nella zona Est di Roma è un problema particolarmente sentito. E a Ponte di Nona crescono le iniziative. È infatti attivo il servizio di notte, completamente gratuito, per scortare i residenti che rientrano a tarda notte nel quartiere. Tutto questo – come specifica il Caop, per evitare aggressioni nei parcheggi o nei box auto. Per garanzia. il servizio è contrassegnato con il logo del Caop. «Rimane tutto severamente riservato verso chi usufruisce di questo nostro servizio di volontariato», specifica Franco Pirina.

Ponte di Nona, il Caop respinge le critiche

Le critiche? Lasciano il tempo che trovano: «Se io cammino per strada e vedo che qualcuno sta accoltellando un altro – si legge nella pagina fb del Caop Ponte di Nona – che faccio, mi giro dall’altra parte? No, devo tentare in qualche modo nelle mie possibilità di forza e coraggio di intervenire a fermare il crimine in attesa che arrivino le forze dell’ordine. Di certo non mi fermo per filmare il tutto con il cellulare, come purtroppo fanno molti». Del resto sono tantissime le segnalazioni che arrivano dai quartieri del quadrante Est. Basta spulciare le pagine social dei quartieri per toccare con mano il clima di tensione che si respira. E questo avviene soprattutto nelle ore serali e notturne, con un passaparola per mettere in guardia i residenti degli individui sospetti che circolano.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza