Quei prof, quei giudici, questo Pd: liberateci, un’Italia così fa vomitare

sabato 29 giugno 6:00 - di Francesco Storace

Da prenderli a schiaffi. Prima ancora di indagarli, che tanto non li arresta nessuno. Prima i giudici, poi i professori. E in politica il Pd in crociera da chi viola le nostre leggi e un governo che sta sempre a litigare.

Viene da vomitare, davvero ti prende la voglia di espatriare da questo paese. Sembriamo presi di petto dal destino che ci umilia. Non ci si può più fidare di nessuno. Ogni casta si fa riconoscere.

La brutta lezione dei professori

Ieri è stato il turno delle baronie. Tutto è partito dall’università di Catania. Col Rettore indagato. Con diversi professori in tutta Italia sotto inchiesta. Non solo truccavano i concorsi, ma era pure “vietato” fare ricorso contro la bocciatura. Associazione a delinquere. Il merito annullato. E tanta pervicace arroganza in stile paramafioso.

Insegnare è una delle cose più belle che un uomo possa fare. Ma se chi insegna è un fellone che nega il merito perché manomette le selezioni significa siamo oltre ogni limite: si uccide la speranza.

Del resto, anche un’altra funzione – probabilmente ancora più importante – viene svillaneggiata da comportamenti meschini. Giudicare è qualcosa di elevatissimo per una persona, hai nelle tue mani i destini altrui. E assistere alla vergogna di una casta che si comporta come abbiamo visto in queste settimane provoca disgusto. La fine della giustizia, che altro dobbiamo aspettarci….

Il Pd in crociera

Se possibile, c’è una politica che mette in mostra il peggio di se’, con la corrida che si è aperta attorno alla folle impresa della Sea Watch. Una Nazione messa sotto accusa perché tenta di difendere i propri confini. L’Italia che non vuole essere trasformata nella pattumiera dell’Africa e che rifiuta la complicità con gli scafisti, entra nel mirino delle Ong e dei loro protettori Sorosiani. Ebbene, guardare quei parlamentari del Pd che si fanno beffe della loro Patria favorendo con la loro sanità a bordo chi delinque contro la legge italiana suona tanto di tradimento. Ma pensano di essere sempre impuniti di fronte al valore delle norme.

Come quell’altro schifoso, il sindaco pizzicato – pure lui Pd – a commettere abusi sui bambini. Ma che razza di Italia è questa?

Già, dove viviamo, con l’economia sul precipizio e nessuno pare trovare soluzione ai nostri drammatici problemi. Di fronte a tutto questo, è doveroso l’appello alla responsabilità a chi ha il dovere di guidare la Nazione. Il quadretto poco edificante che abbiamo tentato di descrivere sopra è terribile e voi a Palazzo Chigi non vi potete proprio permettere di stare a litigare ogni giorno per un pezzo di potere o di visibilità in più.

Deprimete un popolo

Avete scelto la strada di governare assieme? È un anno che ci provate e tutti sono consapevoli di quanto sia imbarazzante vedervi alla prova. Se a questo ci aggiungete i ceffoni che vi scambiate quotidianamente, deprimete un popolo intero.

Chi governa ha il dovere della serietà nei comportamenti istituzionale. Soprattutto di fronte al declino terribile del proprio Paese. O liberate davvero l’Italia dalla sporcizia morale e risollevate  la sua economia, oppure fateci del bene andandovene a casa. Tertium non datur.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Lisetta 2 luglio 2019

    D’accordo su tutto

  • Il Patriota 1 luglio 2019

    La mafia in Sicilia non è solo quella della droga, del pizzo, delle grassazioni, ma anche quella di funzionari dello Stato e di molti cittadini, col loro modo di ossequiare e chiedere favori, che favoriscono questo modo di fare, forse dovuto ai tanti secoli di sottomissione ai diversi conquistatori.

  • Carlo Cervini 1 luglio 2019

    L’unica speranza è che i Pd in gita sulla SEa Watch si siano beccati una bella malattia tropicale fulminante, ne è arrivata una quantità industriale con gli immigrati, tanto che in ospedale si prende di tutto……………..per il resto niente di nuovo, da almeno 30 anni tutti i concorsi pubblici sono truccati dai soliti noti e nessuno ha mai mosso un dito perchè andava bene così………………..poi ci fanno anche la morale e gridano “onestà…onestà”.

  • Renato Biscetti 30 giugno 2019

    Ho sessantanove anni ed è da quando sono in grado di ricordare che assisto ad ogni genere di schifezze in questo povero Paese: l’Italia dev’essere proprio un gigante per resistere a questo continuo logorio.

  • Giuseppe Tolu 30 giugno 2019

    Mi sa che la storia dei migranti serva a nascondere tutte queste nefandezze. Saviano, Boldrini, Vauro e compagni, tutti con il mal di denti? Razza di palafrenieri e peracottai

  • Sergio 30 giugno 2019

    IL PD È UN PARTÌTO DA CANCELLARE LORO ED IL LORO BUONISMO FUORI DALLA POLITICA PAGLIACCI

  • Giuliano 29 giugno 2019

    Dai comunisti cosa ci si puo’ attendere??

  • DOMENICO 29 giugno 2019

    di solito non scrivo mai, mi limito a leggere. questa volta mi corre l’obbligo di commentare l’atto della capitana della capitana della Sea Watch ed il comportamento irritante della sinistra. la capitana deve essere processata ed andare concretamente in galera. i parlamentari della sinistra devono vergognarsi per aver caldeggiato e presenziato alla violazione della legge. le leggi giuste o sbagliate vanno rispettate.
    sed lex, dura lex, se poi riteniamo comprensibile l’atto per motivi umanitari, allora dobbiamo comprendere anche chi compie atti illeciti per necessità di sopravvivenza.

  • Giuseppe Lovergine 29 giugno 2019

    Questa mattina vorrei commentare con drasticità e sconforto tutto quello che ci sta accadendo in questa “Repubblica delle banane”: da avvenimenti sulla Sea Watch 3 (addirittura alcuni politici di sinistra, non curanti della legge sulla Sicurezza in vigore, sono saliti su questa nave pirata, dando alla nostra nazione un’immagine irrisoria); concorsi truccati (per assegnazioni di cattedre in diverse università, e di dirigenza nella Pubblica Amministrazione) Magistrati indagati (per compravendita assegnazione di nomine, ecc.). Per rimediare a tutto questo, avendo raggiunto il massimo delle oscenità, la storia dice che bisogna azzerare tutto e ricominciare daccapo. Ma per ricominciare, credo che ci vorrà una guerra civile, per eliminare il più possibile le “mele marce” che ci sono radicati in tutti i settori…

  • rino 29 giugno 2019

    Il PD, che, con il faccione sorridente di Zingaretti propone rimedi, è stasto la rovina dell’Italia. Zingaretti ride perché sa di prendere in giro chi lo voterà, perché il PD non ha saputo e non saprà tutelare l’economia e il popolo italiano.
    Il PD è prigioniero di utopie mondialistiche e di ridistribuzione del reddito che lo hanno portato ad inventare una tassa come rimedio universale e a impoverire gli italiani, ridistribuendo la povertà. Fra poco, per non far piovere, si tasseranno anche gli ombrelli.

  • Lisetta 29 giugno 2019

    D’accordo non se ne può più.

  • ANNA MARIA TESTA 29 giugno 2019

    Cosa passa per il cervello di questa gente meschina, traditrice della propria Patria e se ne vantano! Unici al mondo. Vergogna. Fanno come quell’uomo che per punire la propria moglie si è evitato. Forse si credeva furbo

  • In evidenza

    contatore di accessi