L’ultimo sfregio a Trump: barista sputa contro il figlio. La reazione: «Sono malati»

mercoledì 26 giugno 18:19 - di Redazione

Disavventura per il figlio di Donald Trump, Eric, oggetto di una scomposta protesta mentre si trovava a Chicago per il Trump Hotel locale. Una dipendente di un bar alla moda, The Aviary, gli ha sputato addosso. «È stato un atto semplicemente disgustoso compiuto da qualcuno che chiaramente ha dei problemi», ha detto il figlio del presidente Usa parlando con Breitbart, il sito ultra conservatore.

Trump jr non sporge denuncia

La donna sarebbe stata fermata. L’operazione sarebbe stata coordinata tra la polizia di Chicago e gli agenti del Secret Service preposti alla tutela di Eric Trump. Una misura che riguarda tutti i membri della famiglia del presidente, anche quando sono in viaggio per affari. Secondo Breitbart, Eric, però, avrebbe deciso di non presentare una denuncia contro la dipendente del locale di proprietà di Alinea, che gestisce ristoranti famosi in tutto il mondo.

«Stiamo vincendo, sono disperati»

Uno dei proprietari, Nick Kokonas, aveva conquistato i titoli dei giornali per aver invitato a cena nel suo ristorante la squadra di football Clemson Tigers proprio in polemica con il presidente Usa. Il gesto, fu spiegato, era per compensarli del fatto che “The Donald” li aveva invitati alla Casa Bianca per offrire loro fast food. Sempre intervistato da Breitbart, Eric Trump ha preso ad esempio l’incidente per mettere in evidenza le contraddizioni dei democratici. «Per un partito che predica la tolleranza, ancora una volta hanno dimostrato di avere poca civiltà. Quando qualcuno è così malato da sputare contro una persona – ha detto Trump jr – questo mostra la loro disperazione e il fatto che stiamo vincendo».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza