Il Papa “cita” una canzone di Fedez. Il rapper ringrazia su Instagram (video)

martedì 11 giugno 15:36 - di Penelope Corrado

Sul suo account Instagram, Fedez ha postato uno screenshot di un articolo su alcune dichiarazioni di Bergoglio. “Papa Francesco rimprovera il web: ‘Siamo più social e meno sociali’”.
Il rapper milanese allora ha colto la palla al balzo e ha commentato così la notizia: “Papa Francesco ha citato un mio vecchio testo (a sua insaputa). Ne ho altre da suggerirti, se vuoi, Francy”, ha ironizzato Fedez.

«Nell’era dei computer si sta a distanza: solo contatti, più social ma meno sociali», ha detto il pontefice, durante l’omelia per la messa di Pentecoste. La frase sarebbe molto simile a quella del brano Comunisti col Rolex di Fedez e J-Ax: “Perché in fondo il mio ideale è il socialismo reale / Quello sempre più social e sempre meno sociale».

Ratzinger citava i padri della Chiesa, Luciani recitava Trilussa

L’omelia di Bergoglio è stata ovviamente molto più articolata e la coincidenza tra la frase del papa argentino e il testo del rapper è ovviamente casuale. In altre occasioni Papa Francesco ha citato canzoni pop. Come quando ha menzionato esplicitamente la canzone di Mina, “Parole Parole Parole”, biasimando l’incoerenza e la vacuità di certi cattolici.

Le citazioni dei predecessori di Bergoglio sono state decisamente meno pop. Impensabile immaginare un’omelia di Ratzinger che potesse avere una minima somiglianza con una canzonetta. Il teologo Benedetto XVI attingeva a piene mani ai padri della Chiesa. Al massimo, poteva “abbassarsi” a qualche gigante della letteratura come Antoine de Saint Exupery. Citato in un’occasione per ricordare che non si vede bene che col cuore.  Altrettanto impensabile pensare a un’omelia di Giovanni Paolo II che poteva essere avvicinata a un testo di una canzone.

Chi, invece, non aveva remore nell’attingere alla cultura popolare, era Giovanni Paolo I. Ma Albino Luciani usava il suo stile semplice per arrivare al cuore dei fedeli. Celebre la poesia di Trilussa, recitata a braccio, nell’aula Nervi. Una struggente immagine di una vecchietta cieca, guidata dalla fede. Altri tempi. Fedez ancora non era nato.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi