Fioravanti (FdI) trionfa ad Ascoli sul candidato di Forza Italia. Cori da stadio in piazza (video)

lunedì 10 giugno 10:35 - di Lucio Meo

Marco Fioravanti, proposto da Fratelli d’Italia e con il sostegno della Lega e di alcune forze civiche, è il nuovo sindaco di Ascoli Piceno con il 59,31% dei voti. Batte Pippo Celani (FI), fermo al 40,69. Fioravanti al primo turno, appoggiato da Lega Salvini, Fdi, Insieme a Fioravanti per Ascoli, Noi di Ascoli, Scelta responsabile, Forza Ascoli, Per Ascoli, Cittadini in comune, Noi Siamo Ascoli, Servire Ascoli, ottenne il 37,38%. Celani, con il sostegno delle liste Celani sindaco, Ppp pensiero popolare Piceno, Forza popolare, Ascoli x Ascoli, Ascoli nel futuro e Movimento ascolano, incassò il 21,43%.

«La mia è la vittoria di una squadra, del centrodestra che sa mettere da parte i personalismi per lavorare insieme, ascoltando il popolo», dice il nuovo sindaco, che ha battuto al ballottaggio il vice presidente del Consiglio regionale delle Marche Pietro Celani, di Forza Italia, in una sfida tutta interna al centrodestra. «A livello nazionale -sottolinea Foravanti- c’era l’accordo sul mio nome tra Meloni, Salvini e Berlusconi poi ci sono stati dissidi a livello locale e Antonio Tajani e venuto a sostenere l’altro candidato. Io comunque ho sempre risposto agli insulti con il sorriso, pensando alla città, che ha bisogno di risposte». «Ad essere determinante nella vittoria -prosegue- è stato il fatto che ci siamo messi dalla parte del popolo: ho messo come priorità la
difesa dell’ospedale e la ricostruzione post-sisma. E proprio questo versante sarà la mia prima preoccupazione: i nostri bambini hanno bisogno di nuove scuole, ricostruite e sicure…».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi