Da Lerner solito copione. Ma perché Tarchi ha taciuto sui voti presi dal Msi al Sud?

mercoledì 5 giugno 16:15 - di Ignazio La Russa

Gad Lerner non è come il vino. Invecchiando non migliora. E pensare che anche da giovane era DOC solo nel senso che la sua denominazione di origine era controllata dalla sinistra più livorosa. Quantomeno nei confronti della nostra destra.
E “L’Approdo” (Rai 3, lunedì scorso) non è stato molto distante dal porto di partenza. Ma se Lerner non sa vedere lontano dai suoi soliti schemi, quello che ci ha più stupito è il silenzio dell’ex (molto ex, per la verità) missino Marco Tarchi, rifugiatosi in un silenzio assenso vergognoso di fronte alla affermazione del professorone (per quale meriti non so proprio) Luciano Canfora che, di fronte al ‘pericolo leghista’ si consolava affermando che l’Italia di periodi bui o peggio ne ha già passati, quali quello in cui il MSI-DN prendeva molti voti al sud. Da Marco Tarchi, mi sarei aspettato se non una critica al Canfora, almeno una “filosofica” spiegazione di quel voto che quantomeno fu una pulita e sdegnata protesta contro tutte le mafie, partitocrazia compresa. E invece nulla. Tarchi, già giovane emergente missino e fondatore del mitico e gustoso “La Voce della Fogna” evidentemente ha subito il contagio delle cattive compagnie. Peccato!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza