Da FdI la “legge delle mutande” per salvare gli italiani dai crediti deteriorati (video)

martedì 25 giugno 18:48 - di Sveva Ferri

Il danno è doppio: per i cittadini e per l’economia. Eppure la questione dei crediti deteriorati resta ignorata dal governo. Ora FdI, che ha già presentato un disegno di legge a firma Adolfo Urso, la rilancia. E trasforma quel testo in un emendamento al Decreto crescita, in modo che possa essere approvato subito. Con un vantaggio doppio: mettere in sicurezza un milione e 200mila cittadini che proprio per via di quei debiti sono «a rischio usura»; liberare risorse ed energie che possono aiutare a rimettere in moto l’economia.

«Evitare che gli italiani restino in mutande»

Il riscatto dei crediti deteriorati serve a «evitare che gli italiani finiscano in mutande», ha detto Giorgia Meloni in una conferenza stampa. Il riferimento era al “caso” che ha riportato la questione all’attenzione dell’opinione pubblica: la clamorosa protesta dell’avvocato Raffaele Capasso, che si è presentato in mutande per sostenere una conversazione da balcone a balcone con il premier Giuseppe Conte.

La protesta dell’avvocato napoletano

«Ma vi rendete conto questo Paese ha bisogno di un paio di mutande per parlare di una cosa così importante?», ha detto Capasso. L’avvocato era presente alla conferenza stampa di FdI, al fianco di Meloni e di Urso. «Mi hanno invitato in Tv, a Gravity, ma erano interessati solo alle mie mutande», ha proseguito l’avvocato e docente in pensione, dando una stoccata a un altro che viene invitato in Tv. «Ho visto Di Battista in Tv dire “siamo brave persone”, che è sinonimo di “siamo incompetenti” perché tutti siamo brave persone. Ma Di Battista scrive un libricino in mezza giornata…».

La “lezione” di Capasso

Capasso, però, sui crediti deteriorati va ben oltre i colpi di teatro o le battute. «Questo (l’approvazione dell’emendamento di FdI, ndr) – ha spiegato – sarebbe il primo passo per rispondere all’Ue. Questa legge – ha chiarito – mette in moto il mondo professionale, crea possibilità di lavoro infinite e fa ripartire l’econonomia». «Gli deve dare una mano la destra per liberarsi di questo “groppone”. Ma se questo emendamento non passa solo perché è di Fratelli d’Italia, succede una rivoluzione», ha detto ancora l’avvocato, toccando il tasto dolente dei veti o del silenzio tutti politici imposti spesso a provvedimenti di FdI che invece sarebbero stati necessari al Paese.

Il M5S dalla parte degli speculatori

Né più né meno di quanto accaduto proprio con la legge sui crediti deteriorati, ora ribattezzata “Legge delle mutande”. «La nostra proposta è utile, fondamentale per aiutare famiglie e imprese, ma – ha denunciato Meloni – nessuno ci ascolta. Il M5s forse non ha capito o, forse, su questo tema si sono rivelati un bluff come su tante altre cose». «Si tratta, quando parliamo dei Non performing loans (Npl) di 127 miliardi di crediti deteriorati nelle banche. Una questione che riguarda un milione e 200mila persone che, secondo la denuncia della Fabi, sono a rischio usura». Ma c’è di più: «Se c’è un tema su cui questo governo si è dimostrato incredibilmente deludente è stato proprio quello delle banche, specie da parte del M5s». E non a caso, come sottolineato da Urso, «nel Dl crescita si occupano di questo tema ma dal lato degli speculatori. Questa è la realtà. La legge “delle mutande”, invece – ha chiarito Urso – può salvare gli italiani dal finire in mutande».

Il M5S dalla parte degli speculatori? Quello che nessuno vi dice sul riscatto dei crediti deteriorati…

Pubblicato da Giorgia Meloni su Martedì 25 giugno 2019

 

 

 

 

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Sandro Cecconi 26 giugno 2019

    Il provvedimento è tecnicamente più che fattibile e auspicabile. Sono più che certo che se portato avanti nel modo corretto sarebbero proprio gli istituti di credito a condividerlo per ovvie ragioni. Pertanto suggerisco di completare il percorso con il concorso dell’ABI e della stessa Bankitalia. A quel punto il governo, si fa per dire, sarebbe con le spalle al muro e, quindi, costretto ad accettarlo anche ob torto collo e in tal modo FdI farebbe davvero un notevole salto di qualità. Quindi esorto a compiere tale passo come sopra descritto.

  • In evidenza