Chiude “Mezzogiorno in famiglia”, la Volpe: «Questa è la Rai del cambiamento?»

sabato 22 giugno 15:29 - di Redazione

Adriana Volpe furiosa contro Carlo Freccero e i rumors circolati sui palinsesti autunnali di Raidue. La conduttrice non ha criticato la scelta del direttore della rete di cancellare Mezzogiorno in Famiglia, il programma che presenta da due anni con Massimiliano Ossini. La Volpe ha usato il suo account Instagram per lanciare una durissima accusa nei confronti della decisione di Freccero.

Adriana Volpe: «Ecco chi ci sostituirà»

«Ditemi che questi dati non sono veri – ha scritto la presentatrice – su Rai2 ieri il concerto di Guè Pequeno ha registrato 1,61% di share, il debutto di Realiti in prima serata 2,46%, spostato poi in seconda serata 3,7% di share (evito di ricordare Popolo Sovrano…). Prendo atto che Mezzogiorno in Famiglia, l’unico programma che ha registrato sempre record di ascolti (12% di share) è stato chiuso!». La sua amara conclusione fa infine riferimento a ciò che andrà a sostituire Mezzogiorno in Famiglia. Freccero cancellerà il programma del week-end di Michele Guardì per questioni di budget e metterà al suo posto una più economica serie tv. «Mi fate capire – si domanda la Volpe – perché si chiude una produzione interna Rai e si prevedono produzioni esterne? Questa è la Rai del cambiamento? Forse è meglio stare in silenzio… Altrimenti si perde il posto di lavoro».

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Ditemi che questi dati non sono veri : su rai2 ieri il concerto di Guè Pequeno ha registrato 1,61% di share, il debutto di Realiti in prima serata 2,46%,spostato poi in seconda serata 3,7% di share( evito di ricordare Popolo Sovrano …) Prendo atto che “Mezzogiorno in famiglia”, l’unico programma che ha registrato sempre record di ascolti (12% di share) è stato chiuso ! Ditemi che non è vero che Lucci per 6 puntate di Realiti ,come ho letto su vari articoli , prende 500.000 euro perché se veramente fosse così, in proporzione Fazio prende poco . Mi fate capire perchè si chiude una produzione interna rai e si prevedono produzioni esterne ? Questa è la Rai del cambiamento? Forse è meglio stare in silenzio …altrimenti si perde il posto di lavoro .

Un post condiviso da adriana volpe (@adrianavolpereal) in data:

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi