Calcio, Zamparini informato da una “talpa”? Indagato capo Gip Palermo

giovedì 13 giugno 13:32 - di Redazione

Una “talpa” al servizio di Zamparini? L’ipotesi scuote l’ufficio Gip di Palermo il cui capo Cesare Vincenti risulta ora indagato dalla Procura di Caltanissetta con l’accusa di rivelazione di segreto d’ufficio. Il provvedimento è stato notificato al magistrato dalla Guardia di finanza di Palermo proprio nel suo ufficio. Le fiamme gialle hanno eseguito una perquisizione nella sua abitazione privata, mentre sarebbe tutt’ora in corso una perquisizione della GdF negli uffici della Fondazione Falcone. dove pare che le fiamme gialle, su delega della Procura di Caltanissetta, stiano provvedendo al sequestro degli elenchi delle classi che il 23 maggio 2017 hanno partecipato alla commemorazione del giudice Falcone all’aula Bunker dell’Ucciardone. Secondo i pm nisseni attraverso il capo dei Gip Vincenti l’ex patron del Palermo calcio Zamparini avrebbe appreso che era a rischio arresto. Sembrerebbe quindi a una svolta, e che svolta!, l’inchiesta della Procura di Caltanissetta che indaga sulla possibile talpa che avrebbe avvertito l’ex patron del Palermo calcio Zamparini di una richiesta di arresto a suo carico. L’azione investigativa della procura nissena che ha portato ai provvedimenti firmati dal procuratore Amedeo Bertone, dall’aggiunto Gabriele Paci e dal sostituto Claudia Pasciuti. ha evidentemente subito un’accelerazione nelle ultime ore, convincendo i magistrati ad agire. Vincenti è indagato per rivelazione di notizie riservate mentre le indagini proseguono sotto traccia da mesi. Il sospetto, che timidamente si avanza nei palazzi di giustizia palermitani, è che possa esserci di mezzo qualche altro magistrato. Vedremo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza