«Salvini paraculo»: grottesca lite su Twitter tra sottosegretari agli esteri

lunedì 20 maggio 15:04 - di Redazione

Il caso Sea Watch fa litigare il governo anche su Twitter. Lo scontro (grottesco) questa volta è tra i sottosegretari agli Esteri di M5S e Lega, Manlio Di Stefano e Guglielmo Picchi. In un tweet il grillino nega che il Movimento 5 Stelle abbia avuto un ruolo nello sbarco dei migranti dalla nave della Ong e attacca il titolare del Viminale Matteo Salvini. “2 ipotesi: #Salvini non sa che se sequestra la nave #SeaWatch chi sta a bordo deve scendere per legge oppure fa il solito paraculo. La terza, che da ministro dell’Interno non sappia nulla di quanto accade alla nave è ancora più grave. Il #M5S non ha alcuna responsabilità”, scrive Di Stefano. A rispondergli è il collega leghista Picchi. “Due ipotesi: o @Mov5Stelle fa il solito paraculo o vuole aprire crisi di governo attaccando Salvini. Entrambi comportamenti intollerabili. Ma #26maggiovotoLega…”, è la replica del sottosegretario del Carroccio. Che in un successivo post rincara la dose: “Se collega Di Stefano è così insoddisfatto del governo e della Lega come dimostra sua intervista a La Verità può fare due cose: o dimettersi o dire a Di Maio di aprire crisi di governo. Pro Maduro, pro palestinesi, anti Israele, contro F35, contro Tav… un po’ troppo… no?”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza