Lollobrigida: ristabilire la legalità nel quartiere di Torpignattara, il governo si muova

martedì 21 maggio 16:46 - di Redazione

“Questa mattina ho sottoscritto la petizione indirizzata al ministro dell’Interno MatteoSalvini con la quale i cittadini, i residenti e i commercianti chiedono un presidio dei militari a Torpignattara. Mi sono impegnato ad affiancarla con un’interpellanza parlamentare affinché sia ristabilita la legalità in questo quadrante della città”. Lo dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida. “Abbiamo visitato – prosegue – la moschea di via Serbelloni che, grazie alle denunce di Fdi, è stata sequestrata per gravi illeciti penali e amministrativi. Ribadiamo che le leggi valgono per tutti, a prescindere dal colore della pelle e a prescindere dalla religione: i musulmani si mettano in regola prima di protestare strumentalmente contro la chiusura”. “Resta il problema del degrado di Torpignattara, anche in ordine all’eccessivo numero di frutterie, di minimarket e di autolavaggi, dell’abusivismo commerciale e della sicurezza, punti sui quali prendiamo atto di come sia la Raggi sia l’amministrazione municipale pentastellata, nonostante le nostre denunce, abbiano riposto nel cassetto la bandiera della legalità”, conclude Lollobrigida. Sil governo, il capogruppo di FdI ha aggiunto: “Il M5S attacca Giorgia Meloni perché sa che se Fratelli d’Italia, come accadrà, avrà un ottimo risultato alle europee sarà fuori dal governo e potrà finalmente nascere l’alternativa che darà una nuova prospettiva alla Nazione. Ormai è chiaro che l’unico modo per cacciare i grillini da palazzo Chigi, e convincere la Lega a fare un nuovo esecutivo, è votare per Giorgia Meloni”, ha detto ancora Francesco Lollobrigida.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza