Il matrimonio di Pamela Prati finisce con le denunce. Svelato il cachet. E D’Urso se la ride

mercoledì 15 maggio 16:02 - di Redazione

Siamo alle denunce, il peggior epilogo del presunto matrimonio tra Pamela Prati e l’altrettanto presunto Mark Caltagirone. Una storia infinita, che per molti è stata costruita a tavolino e che ha messo in moto vero e proprio circo mediatico. Interviste, scoop, rivelazioni, veleni, partecipazioni promesse e mai arrivate, location prenotate e disdette, tutto pane per i denti di Barbara D’Urso che si è tuffata nella vicenda e ha fatto salire lo share delle sue trasmissioni. Le ultime indiscrezioni riguardano l’avvocato Irene Della Rocca. Accusa la manager di Pamela Prati, Eliana Michelazzo.  Il motivo lo ha spiegato lei stessa sulle pagine del settimanale Nuovo. «Ho fatto un esposto nei confronti di due persone alla Procura della Repubblica: Pamela Perricciolo e Eliana Michelazzo, agenti della Prati – dichiara l’avvocato al settimanale – che si sarebbero spacciate per me per confermare l’esistenza di Mark Caltagirone con gli autori di una trasmissione televisiva».

Questa la sua ricostruzione dei fatti, come si legge anche sul Messaggero«Tempo fa un autore di una nota trasmissione televisiva mi ha chiamato dicendo Avvocato, come ci siamo detti ieri al telefono… io non l’avevo mai sentito prima – spiega – Ho chiamato la Perricciolo immediatamente: ero nera di rabbia perché quell’autore mi aveva proprio detto di aver parlato con la Michelazzo e poi con l’avvocato della Prati, che sono io, ma non ero lì con loro durante quella telefonata. Quindi, poiché erano tutte e tre insieme potrebbe essere stata la Perricciolo a parlare fingendosi me». Pamela Perricciolo avrebbe però smentito tutto. Secondo l’agente l’autore televisivo aveva parlato con un altro avvocato di Pamela Prati, di nome Ciabattini.

Ma un’altra notizia è venuta fuori e getta altre ombre. La Rai ha svelato quanto ha guadagnato Pamela Prati grazie all’ospitata a Domenica In. Un’interrogazione parlamentare ha permesso di chiarire il cachet della soubrette per raccontare quello che, secondo molti, è un finto matrimonio: «Per la partecipazione alla trasmissione in questione Pamela Prati ha percepito un compenso complessivo di poco più di 3mila euro, comprensivo di una quota a titolo di sfruttamento di immagini private fornite da lei stessa. Tale valore, con riferimento alla tipologia di prestazione effettuata, si colloca in una fascia di mercato medio/bassa».

Una notizia dopo l’altra, inbarazzi, polemiche e dolori. L’unica soddisfatta è Barbara D’Urso che se la ride: altro materiale da gettare in pasto ai telespettatori, altri ascolti che salgono.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi