Gardini: «Tajani è il becchino di Forza Italia, Berlusconi si liberi dei tajanoidi»

lunedì 27 maggio 13:47 - di Gianluca Corrente

«La Lega ha confermato le previsioni, mentre Fratelli d’Italia, diciamoci la verità, ha preso il volo ed è solo l’inizio… Il futuro del centrodestra si chiama chiaramente Salvini-Meloni». Elisabetta Gardini, eurodeputato uscente ed ex di Forza Italia, è convinta che il voto del 26 maggio ha sancito la nascita di un nuovo asse, quello sovranista, formato da Lega e FdI, che sarà il perno del nuovo centrodestra senza Silvio Berlusconi e attribuisce ad Antonio Tajani la colpa del flop azzurro. «Lega e FdI diventeranno la casa degli elettori del centrodestra -assicura all’Adnkronos Gardini, che poco prima della chiusura delle liste europee ha aderito al partito di Giorgia Meloni, dopo aver lasciato Fi – mentre confermo che Tajani è stato il becchino di Forza Italia: è dal marzo scorso che continua a sbagliare tutte le candidature».

Gardini: “Contenta di aver contribuito all’exploit della Meloni”

«Nella circoscrizione di Centro -sottolinea- Fratelli d’Italia ha superato alla grande Forza Italia. Anche in Veneto, c’è stato il sorpasso. Nel Nord Est Forza Italia ha preso zero, perché Tajani lo ha tradito politicamente. Nel Nord est c’è un tessuto di piccole e medie imprese che ha bisogno di essere rappresentato in Europa per esser salvaguardato e adesso ha un rappresentante in meno, perché Tajani l’ha regalato alla minoranza tedesca, ovvero la Svp. Tajani ha fatto proprio un bel regalo alla Merkel, anche se non gli servirà a nulla, perché con questo risultato non conterà nulla, neanche in Europa…». A Berlusconi – incalza la Gardini – «consiglio quello che gli hanno consigliato tutti quelli che gli vogliono bene: liberarsi di tutti questi “tajanoidi” che lo disinformano, lo tradiscono a ogni pie’ sospinto e anche in Europa marcano le differenze, non lo rappresentano bene». Gardini non ce l’ha fatta ad essere eletta, ma si dice soddisfatta: «Ho fatto un bel risultato, più di 14mila preferenze. La mia era una impresa difficile, sono arrivata al’ultimo secondo, lo ripeto, è stato un grande risultato. Sono molto contenta di aver contribuito all’exploit di Giorgia».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi